Referendum costituzionale, cresce ancora il fronte del no (53,2%)

sondaggio referendum costtuzionaleIl fronte del no alla riforma costituzionale si sta ampliando sempre di più. Certo, il percorso è ancora lungo ed è pacifico ritenere che il governo metterà in campo numerose risorse mediatiche per portare acqua al mulino del Ministro Boschi, tuttavia, complice la mancata ripresa, la fiducia degli italiani nei confronti dell’esecutivo guidato da Matteo Renzi si sta assottigliando. Il segretario del Pd ha minimizzato i recenti risultati elettorali che hanno visto un pesante crollo dei dem a soli due anni dal tanto sbandierato 41% delle europee, continuando ad affermare che le sorti del governo restano legate soltanto all’imminente referendum.

Un sondaggio di  Euromedia Research per la trasmissione Ballarò, tuttavia, ha evidenziato come il fronte del no abbia toccato quota 53,2%, a fronte di un crollo del si al 46,8%. Il sondaggio ha valutato le intenzioni di voto suddividendo l’elettorato nei vari partiti che compongono centrodestra, centrosinistra, movimento cinque stelle e altre formazioni minori.

Nel centrodestra, complessivamente schierato sul no, la percentuale più alta la fa registrare Fratelli d’Italia (63%), seguito da Lega nord (58,4%) e Forza Italia (53,2%), cui si aggiungono il M5s (51,2%) e Sel più altri partiti minori (55,5%), per un totale Italia che si attesta sul 33%. Per quanto concerne i favorevoli alla riforma, ovvero Pd e Ncd+Udc, le percentuali sono, rispettivamente, dell’82,3% e de 61,5%, per un totale Italia del 29%.

Recommended For You

About the Author: Luigi Iacopino

Lascia un commento