La Roccisano si complimenta con Angela Martina neo Presidente AISM nazionale

Regione Calabria Dichiarazione dell’Assessore regionale alle Politiche Sociali Federica Roccisano:“Esprimo grande soddisfazione e contentezza nell’apprendere che il nuovo presidente dell’AISM nazionale è la Prof.ssa Angela Martino, insegnante di Vibo Valentia. Sono certa che questa nomina è un’occasione positiva per gli affetti da sclerosi multipla di tutta Italia e anche della Calabria. I dati relativi alla presenza di SM in Calabria sono particolarmente elevati, oltre 1500, e molte sono le azioni che AISM e Regione Calabria possono fare insieme per migliorare la qualità della vita degli affetti da SM e delle loro famiglie. In questi mesi, la collaborazione con il livello regionale, rappresentato da Salvatore Lico, è stata proficua e ci ha permesso, con l’aiuto di Francesca Genovese, referente regionale AISLA, di predisporre un’ apposita delibera di Giunta e pianificare, al meglio, le azioni inerenti al fondo per la non autosufficienza destinata alle patologie di SM e SLA. Abbiamo, inoltre, riaperto la questione del centro per affetti di SM di Bova Marina con lo scopo di addivenire a celere completamento dei lavori. Tanto ancora si può e si deve fare. Penso, ad esempio, all’attivazione dei PDTA (Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali) ed all’accesso, all’assistenza e, soprattutto, all’informazione da parte degli affetti da SM. Da figlia di malata di SM, conosco molto bene il mondo di barriere che ci si trova di fronte, e so per certo che non sono solo barriere architettoniche ma anche e soprattutto barriere culturali. Per questo, insieme al Presidente Oliverio, stiamo lavorando a favore dell’inclusione e dei diritti di tutti i disabili presenti nella nostra regione. Intendo incontrare quanto prima la prof.ssa Martino e confrontarmi con lei su quanto possiamo fare per migliorare la qualità della vita dei malati di SM e garantire il supporto della Regione Calabria durante il suo mandato nazionale”. o.m.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano

Lascia un commento