Lego: anche al femminile

21/12/2016 Bambole per bambine e macchinine per bambini? Perché non sfidare le regole? Perché non realizzare nuove linee di giocattoli? Una bimba danese di sette anni decide di scrivere una lettera a Lego, nota industria di giocattoli. La bambina, Carlotte Benjamin, accusa l’azienda di creare i giocattoli facendo notare una certa preferenza di sesso: i personaggi lego maschili svolgono qualsiasi tipo di lavoro dal pompiere al poliziotto, al manager, mentre le donne vengono rappresentate come burattini da sedere in spiaggia o nei negozi. Data la viralità della lettera e la delicatezza della tematica, l’azienda ha risposto immediatamente affermando di lavorare già da tempo ad una linea di set rosa. #008 Lego Ideas 21110 Research Institute: è il nome del nuovo set , ideato dalla geofisicaEllen Kooijman, che comprende varie figure femminili tra cui:

• Una chimica mora con provette, becker e microscopio
• Una paleontologa rossa con lo scheletro di T –Rex e la lente di ingrandimento
• Un’astrofisica bionda con il telescopio e la lavagna con le costellazioni

Notevole l’accoglienza da parte dell’azienda della richiesta della bambina. Vi è una forte ammirazione per chi riesce a rispondere in tempi record alle richieste dei propri clienti. I giocattoli servono ad ogni bambino ad esprimere il proprio sé, quindi è necessario che essi possano immedesimarsi nei personaggi con cui si relazionano.

fonte www.bwoman.it

Recommended For You

About the Author: Giusy De Giovanni