Reggio Calabria, trasferimento degli minori stranieri dalla struttura sportiva “Scatolone”

Sono state completate, nella giornata odierna, da parte del Comune di Reggio Calabria le procedure di trasferimento degli ultimi minori stranieri non accompagnati accolti presso la struttura sportiva “Scatolone” che, pertanto, è stata chiusa. Nei giorni scorsi erano stati, altresì, spostati da un’altra struttura, il Centro di prima accoglienza di Archi del Capoluogo, i minori stranieri ospitati presso detto Centro: i migranti sono stati trasferiti in altre strutture anche grazie all’ausilio della Struttura di Missione del Ministero dell’Interno, mentre gli ultimi 14 sono andato presso alcuni centri SPRAR della provincia. Per accelerare le varie fasi della procedura di spostamento, nelle settimane si sono susseguite diversi incontri in Prefettura preordinati a favorire il trasferimento dei migranti ospiti, operazione che ha richiesto tempi non brevi a causa dell’indisponibilità di posti nelle strutture dedicate alla loro accoglienza e, finalmente, l’operazione, che ha richiesto molto impegno dalle componenti interessate, è stata portata a compimento.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano