Bova Marina (RC), alimentava con un allaccio abusivo sia l’abitazione che l’attività commerciale

Prosegue incessante la capillare attività di controllo del territorio dei Carabinieri della Compagnia di Melito Porto Salvo diretta dal Capitano Gianluca PICCIONE. Nella giornata di ieri 19 giugno 2017, nell’ambito di un più vasto servizio straordinario di controllo del territorio, disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria, i militari della Stazione di Bova Marina, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, I.S., 51enne del luogo, noto alle forze dell’ordine.  Uno specifico controllo permetteva di appurare come l’interessato, tramite un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica, alimentasse, oltre alla propria abitazione, anche la propria attività artigiana di falegnameria a questa annessa. I. non è nuovo a simili episodi, infatti era già stato denunciato dagli stessi militari nell’anno 2016, allorquando venne colto nella flagranza del medesimo reato, tanto che, durante l’ultimo controllo effettuato, le utenze finali sono state trovate totalmente sprovviste di misuratore ENEL, poiché già rimosso nel corso del precedente intervento. Per l’interessato, che in quest’ultima occasione ha cagionato un danno patrimoniale ammontante a circa 3.000,00 euro, sono subito scattate le manette ed ora dovrà attendere, in regime di arresti domiciliari, il rito per direttissima previsto per la giornata di oggi 20 giugno 2017. (foto archivio)

comunicato stampa  –  Carabinieri

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano