In arrivo un nuovo mezzo di trasporto aereo il Surefly

 

Parigi 12:08 – Ormai la guerra per i sistemi di trasporto del futuro è aperta da tempo. Chi non si ricorda vecchi disegni o stampe in cui si immaginava una società futuristica che si muoveva non più sui carri o sulle prime automobili, ma su aviogetti immaginari ma che oggi sembrano divenir realtà. Come riporta Dagospia, l’ultima società ad avere un’intuizione che potrebbe rivelarsi azzeccata è stata la Workhorse, compagnia di Loveland, in Ohio, specializzata nella costruzione di mezzi di trasporto commerciali a basso impatto ambientale. L’azienda in questione ha messo a punto il SureFly, un gigantesco “ottottero”, che altro non è se non un drone formato elicottero, come confermato da Stephen Burns, fondatore di Workhorse. Il SureFly è stato presentato e testato al Paris Air Show qualche settimana fa. In grado di trasportare due persone, è una versione molto più grande del tradizionale Uav (aereo a pilotaggio remoto), con 8 motori elettrici a elica disposti a coppie su ciascuno dei quattro bracci e un motore a pistone a benzina che alimenta i due generatori che forniscono la potenza necessaria per il decollo. Altitudine massima 1.200 mt., 110Km/h la velocità massima stimata per una capacità di carico pari a 400 kg. “Pensiamo che potrebbe essere utile per gli agricoltori e i contadini che hanno bisogno di spostare carichi pesanti su distanze non eccessive – ha spiegato Burns alla Reuters -. Ma potrebbe essere utilizzato anche dalle forze militari o come veicolo per i primi interventi in casi di emergenza”. Dettaglio non da poco è stata l’attenzione alla sicurezza, infatti gli ingegneri di Workhorse hanno previsto la presenza di una batteria di emergenza al litio che entra in funzione in caso di malfunzionamento o guasto dei generatori e dei motori, e un paracadute balistico come “extrema ratio”. In attesa di scoprire il verdetto della Faa, l’azienda ha già snocciolato i dati più importanti: se tutto andrà come deve, SureFly sarà sul mercato nel 2019, al competitivo prezzo di 200 mila dollari.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi