Approvata alla camera la proposta di legge sull’abolizione dei vitalizi

Roma 08:10 – L’Aula della Camera dei Deputati ha approvato, ieri sera, la proposta di legge Richetti sull’abolizione dei vitalizi dei parlamentari e rilanciato da Ansa.it. Il testo, approvato a Montecitorio con 348 voti a favore, 17 contrari e 28 astenuti, passa al Senato. Gli astenuti sono stati i deputati di MDP mentre FI non ha votato. I deputati di AP hanno votato contro. Per il PD, attraverso le dichiarazioni del capogruppo Pd Ettore Rosato in dichiarazione di voto sulla pdl vitalizi ha ribadito la sua intenzione di far approvare la legge così come è anche in Senato. Provocatori DiMaio :  “E’ scacco matto. Non avete neppure la possibilità di lamentarvi, dovete pure far finta che gli piaccia! Perchè lo sappiamo tutti che dentro al PD il vitalizio se lo vogliono tenere stretto. E oggi lo sentiamo il loro fiatone, il loro affanno nel rincorrerci su un tema che non gli appartiene, che non è nel loro Dna!”. Salvini ironizza sul comportamento di FI. Come specifica il pdl il ricalcolo interamente su base contributiva dei vitalizi dei parlamentari non potrà “in nessun caso essere applicata alle pensioni in essere e future dei lavoratori dipendenti ed autonomi”. Lo prevede un emendamento della commissione alla proposta di legge sui vitalizi presentato nell’Aula della Camera. Dalla prossima legislatura i criteri anagrafici per la pensione dei parlamentari saranno quelli della legge Fornero. Lo prevede l’emendamento della commissione alla pdl Richetti approvato dall’Aula della Camera. Oggi il vitalizio viene maturato al compimento del sessantacinquesimo anno di età. L’adeguamento alla legge Fornero comporterà un aumento dei requisiti anagrafici richiesti per l’accesso all’assegno mensile. Un altro emendamento prevede che sarà sospesa la prestazione del vitalizio per il parlamentare che sia chiamato a ricoprire un incarico “istituzionale per il quale la Costituzione o altra legge costituzionale prevedano l’incompatibilità”. Ora vedremo come evolverà l’iter legislativo in Senato.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi