New York, terrorista musulmano uccide 8 persone e ne ferisce 15

(AGGIORNAMENTO) 07.30 – Emergono particolari inquietanti dall’attentato di ieri notte (ora italiana) a New York. L’aggressore identificato come Sayfullo Habibullaevic Saipov, di origini uzbeke, residente in Florida a Tampa era entrato nel paese nel 2010. La matrice dell’attacco è di natura terroristica islamica radicale ad affermarlo è il sindaco di New York Bill De Blasio, che ha anche messo in luce della codardia usata dal “miliziano” piombato su una delle strade più affollate della “Grande Mela” sull’isola\quartiere di Manhattan causando 8 morti e 15 feriti, un triste bilancio che potrebbe anche divenire più pesante a causa delle precarie condizioni di alcune persone che sono state travolte dal furgone del folle. L’uomo è stato fermato poco dopo dalla polizia, mentre inneggiava ad Hallah armato, pare con armi fasulle, e se ne andava in giro per le strade di New York. Saipov, sarebbe stato per anche ferito dagli agenti con un colpo di arma da fuoco ad una gamba. Ancora una volta l’obiettivo prescelto è stato il World Trade Center, in un’ora di punta per il traffico erano circa le 15.00 locali. Il presidente USA dal suo twitter ufficiale ha esternato più volte il suo dolore e la sua rabbia per quanto successo “Non dobbiamo consentire ad Isis di tornare o entrare nel nostro Paese dopo averli sconfitti in Medio Oriente e ovunque. Ora Basta!” – queste l’ultima dichiarazione del numero uno della Casa Bianca.

 

FmP

 

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano