Caligiuri: la Calabria non sta facendo abbastanza per proteggere le generazioni future

L’umanità deve all’infanzia il meglio di ciò che ha da offrire. Il dato che è emerso dal Terzo rapporto del Gruppo Crc, ossia che per la Calabria i diritti dei minori non sono una priorità, è davvero preoccupante e non può e non deve restare lettera morta.  I bambini ci chiedono impegno per il loro futuro e, la Calabria non sta facendo abbastanza per proteggere le generazioni future. L’intervento precoce e la prevenzione sono essenziali per l’elaborazione di strategie, al tempo stesso più efficaci e efficienti. Affrontare il disagio sociale sin dalla prima infanzia costituisce uno strumento importante per intensificare la lotta contro la povertà e l’esclusione sociale in generale. La prevenzione si realizza in modo efficace quando si concretizza attraverso strategie integrate,  che associano misure di supporto all’inserimento professionale dei genitori, un sostegno finanziario adeguato e l’accesso ai servizi essenziali per il futuro dei minori, come un’istruzione di qualità, l’assistenza sanitaria, servizi nel settore degli alloggi e servizi sociali, nonchè occasioni per i minori di partecipare alla vita sociale e di esercitare i loro diritti, per consentire loro di realizzare pienamente il loro potenziale e aumentare la loro capacità di resistenza alle avversità. In prima va difeso il diritto alla vita di tutti i bambini, un diritto che viene leso in tutti i modi, anche attraverso la mancanza di politiche dedicate ai minori. Il danno causato dalla mancata attenzione alla vita dei bambini, la pagheremo domani. La politica di maggioranza del governo regionale, fa finta di non vedere che le condizioni di disuguaglianza ed economica, nella nostra regione ci sta facendo tornare indietro di decenni. I bambini che nascono nelle aree svantaggiate, ritrovano quelle difficoltà di futuro, che credevamo di avere estirpato. Nuove povertà determinano nuove emergenze. Se non si rimette mano al più presto alle politiche di sostegno alle famiglie, le distanze tra chi può e chi non può sostenere adeguatamente i propri figli, torneranno ad essere abissali come lo erano decenni fa. Penso sia giunto il momento, dei meno proclami e dei più fatti.

Maria Josè Caligiuri

Responsabile Regionale del Dipartimento Diritti Umani e Libertà Civili di Forza Italia in Calabria

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano