Berlusconi: “Con noi al Governo fine dell’oppressione fiscale, burocratica e giudiziaria”

Durante un’intervista rilasciata al Sebastiano Sterpa, per il Tg5, Silvio Berlusconi ha elencato i punti principali del programma del Centrodestra ed ha espresso la sua preoccupazione per un’eventuale vittoria del Movimento 5 Stelle. Per quel che riguarda le proposte di cambiamento presenti nel programma e che dovrebbero convincere gli indecisi a scegliere la coalizione di Centrodestra, Berlusconi ha risposto: “Vogliamo cambiare dal profondo l’Italia con una vera e propria riorganizzazione dello Stato e delle sue istituzioni, che ponga fine all’oppressione fiscale, all’oppressione burocratica ed a quella giudiziaria. Vogliamo combattere la povertà, la disoccupazione, soprattutto quella giovanile,e l’immigrazione incontrollata (quindi la mancanza di sicurezza nelle nostre città). Altri punti del programma toccano la flat tax (pagare meno e con un sistema più semplice) ed un adeguamento a 1000 euro delle pensioni minime per tutti, comprese le mamme. L’Italia, corre un grande pericolo, cadere nelle mani dei 5 Stelle, assoluti incapaci che non hanno mai lavorato, portatori di invidia profonda contro chi ha saputo conquistarsi il benessere. Se vincessero distruggerebbero il Paese, così come stanno distruggendo Roma, città in cui governano, è infatti sotto gli occhi di tutti la vicenda dei rifiuti. Per quel che riguarda il finanziamento per quest’ambizioso programma, il Cavaliere ha chiarito:”Coloro che non sono liberali, fanno fatica a capire che il taglio delle tasse non è un costo, anzi per i conti pubblici è guadagno. Con aliquote più basse, che vengono percepite giuste dai cittadini lo Stato incassa di più. E’ quella che noi chiamiamo equazione liberale della crescita, che significa meno tasse sulle famiglie, sulle imprese meno tasse sul lavoro e quindi in sostanza più soldi nelle tasche di tutti e di conseguenza anche nelle casse dello Stato. Questa formula ha funzionato in tutti i posti in cui è stata attuata: USA, Gran Bretagna ecc, perchè non dovrebbe funzionare da noi ?“. Sul fatto che vi sia il suo nome appena sotto il logo di Forza Italia per queste elezioni, Berlusconi ha puntualizzato che: “E’ una scelta voluta dai dirigenti e militanti di FI, la considerano un messaggio politico importante. Per quel che mi riguarda non ho nessuna ambizione politica. Ho rappresentato il mio Paese nel mondo per 10 anni, sono l’unico sul Pianeta ad aver presieduto per tre volte il G7-G8. Sul piano delle gratificazioni personali sono apposto così. Ma mia madre mi ha insegnato che quando senti forte dentro di te il dovere di fare una cosa per gli altri, non ti devi tirare indietro… Allora se lo facessi non sarei un degno figlio di quei genitori ed è per questa ragione che sono ancora in campo“.

 

FmP

 

.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano