Londra: si allarga lo scandalo a sfondo sessuale delle ONG inglesi

Londra 18:05 – Il paese del “politically correct” e del “self control” è percorso in questi giorni da uno scandalo a sfondo sessuale. Ad essere nel mirino dei media e del ministero per la Cooperazione internazionale è la O. Non solo i festini con prostitute a Haiti e non solo l’O. Si allarga lo scandalo sugli abusi sessuali attribuiti ad alcuni volontari e coordinatori di organizzazioni non governative umanitarie. Il Times cita anche altre due grandi ONG. La Croce Rossa britannica ammette 5 casi di sospette molestie in patria. Quindi non stiamo parlando di piccole organizzazioni quasi sconosciute e che potrebbero passare inosservate ai più, ma bensì delle cosidette “big” delle ONG. Penny Mordaunt, ministro britannico per la Cooperazione internazionale commenta amaramente le notizie che stanno giungendo, naturalmente ancora da confermare da parte degli investigatori. “Un fallimento morale” per i vertici questa ong umanitaria, le prime considerazioni del Ministro, ribadendo che il suo dicastero – finanziatore nel 2017 di O. con 32 milioni di sterline – non era stato informato dei presunti abusi a Haiti o nel Ciad. E che attende rassicurazioni in un incontro fissato per domani, pena la confermata minaccia d’un taglio dei fondi (Ansa.it).

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi