Ravenna, bimba ingerisce accidentalmente la droga del padre e rimane intossicata

La Polizia di Stato ha arrestato R.M. 42enne residente a Ravenna, per i reati di lesioni gravi e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’altro pomeriggio il Pronto Soccorso dell’Ospedale Santa Maria delle Croci  ha segnalato, al Numero Unico di Emergenza, il ricovero, nel reparto di terapia intensiva, di una bambina di sedici mesi, per sospetto ingerimento di sostanza stupefacente. La bimba era stata accompagnata dal padre 42enne R.M. e dalla madre 51enne P.Y.I. Le immediate indagini condotte dalla Squadra Mobile della Questura hanno permesso di accertare che la bambina, unitamente al fratello gemello, nella mattinata si trovava all’interno dell’abitazione con il padre e, mentre non era sorvegliata, si impossessava di una “stecca” di HASHISH che metteva in bocca; il genitore, accortosi poi della situazione, si era determinato a portare la piccola al Pronto Soccorso. Nel corso degli accertamenti gli investigatori di viale Berlinguer hanno effettuato una perquisizione domiciliare che ha permesso di sequestrare presso l’abitazione del nucleo familiare, 63 grammi di sostanza stupefacente tipo HASHISH. All’esito dell’attività investigativa e dell’interrogatorio da parte del Pubblico Ministero dr.ssa Silvia Ziniti, R.M. è stato condotto in stato d’arresto alla propria abitazione in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. Per i medesimi reati, commessi in concorso con il coniuge, è stata denunciata a piede libero anche P.Y.I.,  madre della bambina. La piccola, pur restando ricoverata con prognosi riservata, non versa in pericolo di vita.

 

fonte  — http://questure.poliziadistato.it/Ravenna

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano