Gli Usa inaspriscono i dazi sul Made in China

Washington 18:00 – La “Guerra dei dazi” inaugurata dagli Stati Uniti guidati da Trump sembra inasprirsi. E’ di poche ore fa la notizia che il Presidente Trump ha deciso di aumentare la ormai lunga lista di prodotti Made in China su cui applicare dazi per un valore aggiuntivo pari a 50 miliardi di dollari. La notizia viene riportata dal Wall Street Journal, spiegando pero’ come non sia ancora chiaro quando la stretta entrerà in vigore. “Queste tariffe – spiega la Casa Bianca – sono essenziali per prevenire ulteriori trasferimenti ingiusti di tecnologia americana e proprieta’ intellettuali alla Cina, cosa che proteggerà i posti di lavoro americani”. “Inoltre, essi serviranno come passo iniziale per portare equilibrio alle relazioni commerciali tra Stati Uniti e Cina”, aggiunge. Di sicuro la Cina non resterà con le mani in mano a guardare l’evolversi ed infatti ha annunciato che reagirà ai dazi che Donald Trump ha deciso di imporre su una lunga lista di prodotti Made in China,  riportano media cinesi citando il portavoce del ministero degli Esteri, Geng Shuang. Ma gli Usa avvertono che “imporranno dazi aggiuntivi se la Cina si impegna in misure di ritorsione come nuove tariffe su merci, servizi o prodotti agricoli americani, l’aumento di barriere non tariffarie o azioni punitive contro gli esportatori americani o società americane operanti in Cina”(Ansa.it). Di sicuro la politica che vuole imporre Trump al mondo intero è un controsenso rapportata alla Globalizzazione sempre imposta dagli Stati Uniti ma per opera dei suoi predecessori.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi