Salvini ripristina sui moduli padre e madre al posto della più algida definizione genitore 1 e 2

Roma 12:35 – Anche durante il mese di Agosto il Vicepremier e Ministro degli Interni, Matteo Salvini, non accenna a prendere una pausa. E’ di oggi l’ultima intervista rilasciata al quotidiano cattolico online, La Nuova Bussola Quotidiana, dove torna a dichiarare la sua volontà di difendere la famiglia intesa come madre padre e prole, come? Iniziando dal sito del ministero dell’Interno, dove sui moduli per la carta d’identità elettronica c’erano “genitore 1” e “genitore 2” facendoli subito modificare ripristinando la definizione “madre” e “padre”. “È una piccolo segnale ma farò tutto quello che è possibile e che è previsto dalla Costituzione. Difenderemo la famiglia naturale fondata sull’unione tra un uomo e una donna”.  Parlando sulla trascrizione dei matrimoni fra omosessuali ricorda nell’intervista “di avere chiesto un parere all’avvocatura di Stato e ho dato indicazione ai prefetti di ricorrere. La mia posizione è fermamente contraria; Quella tra Lega e 5 Stelle è un’alleanza nata in maniera particolare: movimenti diversi, storie diverse, culture diverse -aggiunge Salvini riferendosi in particolare ai temi etici- È un’alleanza di cui sono pienamente soddisfatto, che rifarei domattina, con un contratto di governo che su alcuni temi sensibili non ha scritto nulla perché abbiamo posizioni diverse. La Lega è per la libertà di educazione, per il diritto alla vita, per la difesa della famiglia naturale. Ma siccome i nostri alleati su questo non sempre la pensano come noi, accontentiamoci che non vengano fatti altri danni. In certi campi meglio non fare niente che fare danni”. Viene fatto notare come nell’assegnazione dei ministeri il suo partito abbia  scelto il ministero della Famiglia e della disabilità; il ministero dell’Interno, che si occupa anche di discriminazioni e tematiche gender; il ministero dell’Istruzione per dare una chiara impronta alla libertà di educazione e al rispetto di alcuni princìpi (Ansa.it). Dichiarazioni in linea col suo pensiero ed il pensiero del Ministro della Famiglia, ora bisognerà vedere come la prenderanno i suoi alleati pentastellati.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi