Genova, crollo ponte Morandi: 26 morti accertati

21.54 – L’ultimo bilancio è di 26 morti accertati, di cui 19 al momento identificati, 15 feriti di cui molti in codice rosso. A renderlo noto è la regione Liguria. Tra loro anche un bambino di 10 anni. Ma secondo fonti dei soccorritori le vittime sarebbero 35. Il bilancio, purtroppo, rischia di aggravarsi ancora, ci sono una decina di dispersi che i soccorritori stanno cercando, come si legge su rainews.it.

Il numero degli sfollati è di 440, ma potrebbe aumentare poiché sono ancora in corso le valutazioni sugli sgomberi. A renderlo noto è il Comune di Genova, come si legge su ansa.it. La Protezione Civile ha provveduto finora a far evacuare 11 palazzi e la situazione è sotto monitoraggio costante.

 

13.35 – Sembra sia stato un cedimento strutturale a provocare il crollo del viadotto Polcevera, noto come Ponte Morandi, sull’autostrada A10 a Genova, stamattina intorno alle 11.50. Sul posto Vigili del Fuoco, ambulanze e forze dell’ordine. I soccorritori hanno trovato diversi autoveicoli schiacciati sotto le macerie con persone morte all’interno, come riporta rainews.it. Il bilancio è provvisorio, fonti del Viminale parlano di 11 morti accertati tra cui un bambino, ma, purtroppo, sembra destinato a salire.

Sulla A10 Genova-Savona è stato chiuso il tratto tra il bivio A7 Milano-Genova e Genova Aereoporto in entrambe le direzioni. Sull’ A10 Genova-Savona tra il Bivio per l’A7 Genova-Serravalle e Genova Aereoporto, in entrambe le direzioni si è resa necessaria la chiusura del tratto. Anche la circolazione ferroviaria nel nodo di Genova è stata sospesa (fonte tg24.sky.it).

Il viadotto Polcevera che attraversa l’omonimo torrente tra i quartieri di Sampierdarena e Cornigliano, è uno degli snodi principali di Genova. Fu progettato dall’ingegnere Riccardo Morandi, e costruito tra il 1963 e il 1967. Autostrade per l’Italia comunica che “sulla struttura erano in corso lavori di consolidamento della soletta del viadotto” e che “i lavori e lo stato del viadotto erano sottoposti a costante attività di osservazione e vigilanza a parte della Direzione di Tronco di Genova” si legge su tg24.sky.it.

Recommended For You

About the Author: Katia Germanò