Importantissimo riconoscimento per la calabrese Naomi Rizzo: è Miss Miluna 2018

La prestigiosa Fascia Nazionale non era mai arrivata in Calabria

La ragazza di Mirto Crosia (Cosenza), sì è aggiudicata una dei riconoscimenti più prestigiosi di Miss Italia. Con Giuliana Panzino ora aspettano la finalissima del 17 settembre a Milano. Naomi Rizzo è Miss Miluna 2018. Un risultato importantissimo per la Calabria e per la Carlifashionagency diretta da Linda Suriano, agente regionale del concorso Miss Italia in Calabria. Naomi ha ottenuto una delle fasce più importanti di Miss Italia, mai assegnata in Calabria, legata ai gioielli Miluna, ormai sponsor storico del concorso guidato dalla patron Patrizia Mirigliani.

«Siamo felicissimi e molto emozionati – dice l’agente regionale di Miss Italia in Calabria Linda Suriano – Naomi Rizzo è una ragazza molto elegante e la prestigiosa fascia di Miss Miluna 2018 le calza a pennello. Dopo Maria Francesca Guido, che lo scorso anno è stata incoronata Miss Simpatia Interflora 2017, la fascia di Naomi premia il grande lavoro che stiamo facendo in Calabria. Ora grazie a lei e a Giuliana Panzino, entrambe protagoniste della finalissima del 17 settembre, possiamo sperare che la corona di Miss Italia torni in Calabria».

Naomi Rizzo ha 22 anni (è alta 1.72), e vive a Mirto Crosia (Cosenza), studia Scienze della nutrizione all’Università della Calabria ed è diplomata in danza classica e moderna. È diventata Miss Miluna Calabria 2018 nella tappa regionale di Serra San Bruno (Vibo Valentia). Partecipa alla finalissima del 17 settembre con il numero 3.

Giuliana Panzino ha 19 anni (è alta 1.75), e vive a Catanzaro Lido, dove si è appena diplomata al Liceo delle Scienze umane e dove coltiva una grande passione per il cinema. Ha vinto la prima fascia della storia di Miss Valle dell’Esaro Calabria a Malvito (Cosenza). Per la finalissima di Miss Italia ha ereditato la fascia di Miss Rocchetta Calabria 2018 e gareggia con il numero 9.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano