Ripristino Voli da e per Roma Milano, Santoro: la voce delle Imprese è stata ascoltata

C’è voluto veramente troppo tempo! Tanti i mesi trascorsi isolati dal resto d’Italia ed oggi finalmente Noi operatori economici reggini siamo felici e soddisfatti per un nostro diritto leso e riacquisito . Una città che, nonostante da ormai troppo tempo vive una situazione drammatica con una economia affossata dalle troppe tasse nazionali e locali che hanno desertificato un territorio sia di imprese ma soprattutto di giovani sempre più numerosi ad abbandonare la città per cercare fortuna altrove, alla notizia che finalmente Alitalia triplicherà l’ offerta di voli R.Calabria- Roma e ripristinerà i collegamenti con Milano riaccende la flebile speranza che un avvenire migliore sia possibile anche da noi. E’ una follia il solo pensiero che un “banale” diritto come quello alla mobilità venga accolto come una specie di manna, ma il futuro di una economia come quella del territorio reggino deve necessariamente passare attraverso il rilancio, in primis, del nostro aeroporto, senza dimenticare l’abbandono nel quale si trovano i collegamenti ferroviari, il dramma del porto di Gioia Tauro inspiegabilmente escluso, nel silenzio generale della nostra politica, dal progetto “via della seta” e dalla ormai chimera zes, e l’immediato rilancio dei porti della nostra provincia, Reggio in primis, ad unica vocazione turistica e da diporto. Invece i danni che la città ha subito in questi anni sono stati tanti ed anche incalcolabili, un territorio metropolitano a vocazione turistica/ culturale, impossibilitato ad entrare nei grandi circuiti degli eventi a caratura nazionale (sportivi, culturali, religiosi ecc) impossibili da organizzare per i problemi di collegamento. Sappiamo benissimo che i grandi eventi portano economia, ridanno voglia di investire, fiducia nei giovani a rimanere e i turisti a visitare. Più volte siamo intervenuti sull’argomento, dando la giusta importanza, da quando è stato presentato il Piano degli Aeroporti italiani che declassava lo scalo di Reggio Calabria definendolo di “interesse locale”, abbiamo fatto interventi veementi affinché la nuova società vedesse un rappresentante locale in CdA, abbiamo chiesto a gran voce un piano industriale, abbiamo offerto la massima disponibilità ad un confronto. Non ultimo l’incontro avuto a giugno a Roma dal Presidente di Confcommercio Reggio Calabria Giovanni Santoro con il Ministro Matteo Salvini in sede Confcommercio Nazionale, dove lo stato di disagio dei piccoli commercianti/imprenditori di tutto il territorio reggino è stato discusso ampiamente, puntando anche il dito sull’ isolamento forzato a cui tutti siamo stati sottoposti in questi anni e invitando il ministro a prodigarsi per il nostro territorio. La città e la nostra provincia ha ribadito il Presidente di Confcommercio , Giovanni Santoro, è economicamente sofferente; “ Reggio Calabria tra le città con la più alta percentuale di desertificazione commerciale , dove interi paesi hanno perduto la bellezza dei loro centri storici e dove le luci spente delle insegne di ogni via rendono tangibile lo stato di disagio del territorio”. Ora tutti noi, continua Giovanni Santoro, dobbiamo diventare parte attiva per la programmazione di un calendario di iniziative di grande respiro che veda coinvolte le imprese del nostro territorio.” “Non rimarremo a guardare, continua Santoro, ma siamo già pront, oltre ad incontrare tutti gli attori istituzionali e a rilanciare l’economia e la produttività del nostro territorio…..mai più strategie non condivise da chi nel territorio vive, lavora e dà lavoro”.

Recommended For You

About the Author: PrM 1