Filippo Burrone su stabilizzazione a tempo indeterminato di 104 Lsu/Lpu nel Comune di Reggio Calabria

A evidenziare lo storico risultato raggiunto in ordine alla stabilizzazione degli Lsu/Lpu comunali da parte dell’amministrazione guidata dal sindaco Falcomatà, interviene la nota del consigliere delegato Filippo Burrone. “Dalla Giunta Comunale è arrivata una notizia che la città aspettava da più di 20 anni insieme alle famiglie dei lavoratori coinvolti, lavoratori che nel tempo hanno acquisito professionalità garantendo servizi nevralgici per il nostro Comune, donando tutta la loro vita lavorativa. Alla luce dei fatti non si possono che constatare due cose: la indiscussa volontà politica di questa amministrazione di andare in fondo alla vicenda e di affrontarla con determinazione sempre in prima fila, rivelando nello stesso tempo la capacità amministrativa di portare a termine un procedimento complesso in sinergia con la Regione Calabria e i sindacati. Il secondo elemento è dato dalla determinazione e competenza del vice sindaco Armando Neri, che ha sempre esercitato la sua delega al personale rintracciando le risorse e i mezzi per far fronte al precariato e assicurare la tutela e la salvaguardia dei posti di lavoro che gravitano intorno all’amministrazione comunale. Una operazione condotta nella piena e reciproca fiducia con un solo obiettivo da parte del primo cittadino: la difesa dei posti di lavoro, lo sguardo rivolto ai più deboli. E’ netta la linea di demarcazione rispetto all’infausto passato che aveva addirittura portato all’ occupazione di palazzo san Giorgio nel marzo del 2010 da parte degli stessi lavoratori derisi e ignorati dai saccheggiatori di Reggio. Ai 104 lavoratori stabilizzati i miei auguri, a questa amministrazione con in testa il sindaco Falcomatà l’auspicio che la strada maestra intrapresa nell’opera di restituzione di dignità alle persone e ai luoghi possa dare ragione dell’impegno profuso per il raggiungimento del bene comune, consapevoli del fatto che le battaglie non si perdono mai, si vincono sempre”.

Recommended For You

About the Author: PrM 1