I sogni di Juju (Junielly Da Costa Santos)

Siamo in compagnia di Junielly Da Costa Santos, giovane mamma brasiliana di Meceio, che dopo un periodo di “ambientamento” nel nostro paese ha deciso si dedicarsi alle sue passioni.
Com’è nato il tuo interesse verso il mondo della moda?
Sicuramente guardando mia madre fare lavori di sartoria è stata la prima fonte di ispirazione. Poi ho avuto la fortuna di vivere parte della mia vita in una città come Firenze e in una nazione come l’italia che  è riconosciuta in tutto il mondo per la sua moda e gusto estetico. Così la mia passione è diventata sempre più una parte di me. Gli eventi della vita (matrimonio, maternità) mi hanno poi tenuto lontano dalle mie aspirazioni ma ora che ho una figlia adolescente (tra l’altro è a sua volta appassionata di moda) ho deciso di seguire le mie ispirazioni.
Tre aggettivi con in quali ti definiresti?
Testarda, dolce e motivata
Quanto contano secondo te nel mondo attuale i social network?
Sicuramente i social sono oggi una parte importante della nostra vita quotidiana, non so se sono o buoni o cattivi ma anche riconoscendone una certa utilità spesso possono creare problemi. Credo che non se ne possa fare a meno ma vanno usati con la giusta cautela.
Quali sono le esperienze più belle che hai vissuto facendo questo lavoro?
Credo che partecipare ai primi concorsi e vincerli è stata un emozione che mi ha dato lo spunto a provare questa strada
quali sono i tuoi progetti futuri?
Non mi sono data un unico obiettivo perché in questa fase della mia vita voglio aprirmi a più esperienze e a migliorare sia come persona che come professionista, sicuramente il mondo che va dalla moda all’estetica (dalla consulenza d’immagine ad attività in proprio come fotomodella e allo studio come hair stylist) non mi precludo niente.
Il tuo sogno nel cassetto?
Cercare di essere ogni giorno una persona migliore.
(PH) Leonardo Fricelli
Katia Germanò

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano