In Italia 2.295 casi morbillo in 9 mesi, 7 regioni soffrono di più

(DIRE – Notiziario settimanale Sanità) Roma, 31 Ott. – Il morbillo continua ancora a ‘colpire’ in Italia, soprattutto in sette regioni che hanno registrato l’88,2% dei casi contati nei primi nove mesi dell’anno: in totale ben 2.295, di cui 44 lo scorso settebre. A ‘soffrire’ di più è la Sicilia con 1.117 casi, seguita dal Lazio con 235, Campania con 181, Calabria con 177, Lombardia con 149, Emilia-Romagna con 89 e Toscana con 76. Non vengono dimenticati due nuovi decessi: uno nelle Marche a dicembre 2017, per una rara complicanza del morbillo (encefalite a corpi inclusi) e uno recentissimo a Trieste, per complicanze respiratorie: sale così a 12 il numero di decessi in Italia dal 2017. I dati sono riportati nel numero di ottobre di “Morbillo and Rosolia news” (pubblicato su “Epicentro”, portale di epidemiologia del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell’Istituto superiore di sanità) che segnala anche 100 casi registrati tra operatori sanitari. L’età mediana dei malati di morbillo è sui 25 anni, ma il 19,2% (440 casi) aveva meno di cinque anni e 143 erano bimbi con meno di un anno. Il report evidenzia anche che dei 2.295 ammalati di morbillo il 47,3% riguardava donne, ma soprattutto il 91,1% delle situazioni di cui era noto lo stato vaccinale (1.990 su 2.185) era ‘non vaccinato’, il 5,6% aveva effettuato una sola dose, l’1,4% aveva ricevuto due dosi e il 1,9% non ricorda il numero di dosi. (Rel/ Dire) 08:01 31-10-18

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano