R.D. Congo: 50mila bloccati a confine Angola, centinaia i bambini

Croce Rossa: Fermi a Kamako senza risorse per il viaggio, allarme epidemie (DIRE) 8 Nov. – 50mila congolesi sono bloccati nell’area di Kamako, nella regione del Kasai in Repubblica Democratica del Congo: respinti dall’Angola, non hanno mezzi ne’ risorse per continuare il loro viaggio. “Hanno bisogno di alloggio, cure mediche e cibo- fa sapere questo mese la Croce Rossa Internazionale- e sono esposti ad alto rischio di epidemie”. Centinaia di questi sfollati sono bambini, molti hanno seguito l’esodo dopo essere stati separati dalle loro famiglie: stamane un reportage della Radio Francese Internazionale riporta alcune delle loro voci. Cinque fratelli, tra i quattro e i dodici anni, parlano dell’arresto dei loro genitori da parte dei militari angolani e raccontano di aver seguito, l’indomani, la massa di persone in fuga verso sud, in mancanza di un altro luogo dove rifugiarsi, per poi trovare asilo in una parrocchia. Dall’inizio di ottobre, secondo dati delle Nazioni Unite, oltre 300mila cittadini congolesi sono stati espulsi dall’Angola: circa il 70 per cento di questi sono passati attraverso il villaggio frontaliero di Kamako. Chi si e’ fermato qui lo ha fatto spesso dopo giorni interi di marcia senza mangiare. “Alcuni hanno qualche bene con loro, hanno portato via i materassi o qualche oggetto sul portabagagli di una bicicletta” fa sapere ancora la Croce Rossa Internazionale, che assiste gli sfollati con beni di prima necessita’ e consentendo loro di fare telefonate. La maggior parte, pero’ “ha dovuto vendere ogni cosa per comprare cibo o pagare i trasporti”. (Gif/ Dire) 17:45 08-11-18

Recommended For You

About the Author: PrM 1