Calabria. Consiglio Regionale politico e Giunta a guida tecnica

Singolare condizione per l’assenza di Oliverio, soggetto a obbligo di dimora

(DIRE) Reggio Calabria, 2 Gen. – L’assenza forzata del governatore della Calabria, Mario Oliverio (PD), soggetto all’obbligo di dimora a San Giovanni in Fiore per il suo coinvolgimento nell’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro ‘Lande desolate’, ha creato una singolare condizione nella storia dell’ente regionale, soprattutto della giunta, attualmente coordinata e composta da ‘tecnici’ prestati alla politica. Al momento l’esecutivo regionale della Cittadella è guidato dal vicepresidente, Francesco Russo, docente universitario, nativo a Zafferana Etnea (CT) e da molti anni professore di prima fascia alla facoltà di Ingegneria dell’università Mediterranea di Reggio Calabria. Dai ruoli universitari arrivano anche l’assessore anziano, Franco Rossi, professore ordinario di Tecnica e pianificazione urbanistica all’Unical e l’assessore Roberto Musmanno, professore ordinario nel settore scientifico-disciplinare presso i corsi di laurea in Ingegneria gestionale della stessa università. Docente di scuola primaria eè invece Maria Francesca Corigliano, che ha comunque alle spalle diverse esperienze politiche al Comune di Cosenza e alla Provincia di Cosenza. Esperta in tecniche ambientali è Antonella Rizzo. Mariateresa Fragomeni è un dottore commercialista e revisore contabile. Angela Robbe proviene invece dal mondo della cooperazione sociale. Il ruolo di rappresentanza politica elettiva è quindi affidato tutto ai consiglieri regionali, divisi al momento tra un centrosinistra che ha confermato più volte la fiducia al governatore Oliverio e un centrodestra apparso più timido, fatta eccezione per Forza Italia dichiaratamente convinta sulla richiesta di dimissioni dell’attuale presidente della giunta.

 

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano