Energia. Confindustria: Infrastrutture fondamentali per Pil e occupazione

Presentato studio a Roma, 96 mld investimenti fino a 2030. (DIRE) 22 Gen. – Fornire un contributo alla programmazione degli interventi necessari per il raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione, ma anche evidenziare il ruolo fondamentale che le infrastrutture energetiche saranno chiamate a svolgere fino al 2030. È l’obiettivo dello studio ‘Infrastrutture energetiche, ambiente e territorio’ promosso da Confindustria Energia e presentato stamani a Roma alla presenza delle istituzioni e delle diverse realta’ industriali e dei settori produttivi. Secondo lo studio gli investimenti esaminati sono valutati in 96 miliardi di euro nel periodo 2018-2030 e avranno un impatto addizionale sul Pil progressivamente crescente dallo 0,3% nel 2018 allo 0,9% nel 2030. La ricaduta complessiva in termini di valore aggiunto sull’economia nazionale e’ di 305 miliardi di euro; quella occupazionale di 140 mila unita’ lavorativa annue fino al 2030 e di 35 mila unita’ post 2030. Il mix energetico reso possibile dalle infrastrutture primarie permettera’ inoltre di ridurre le emissioni di gas serra di 72 milioni di tonnellate l’anno al 2030. Secondo il rapporto di Confindustria Energia, pero’, “questo programma di investimenti non si potra’ realizzare senza la condivisione con le istituzioni nazionali degli obiettivi di medio lungo termine e senza l’accordo con le amministrazioni locali sulla compatibilita’ ambientale e sulle ricadute economiche”. (Mel/ Dire) 10:48 22-01-19

Recommended For You

About the Author: PrM 1