Reggio Calabria: parte oggi a Catona, Gallico e Sambatello il servizio mensa

In merito alla discussione che si è aperta sul servizio mensa scolastico, in base ad articoli apparsi in certa stampa, si inoltra la nota pervenuta dalla Presidente della commissione mensa comunale Irene Mazza. Si comunica inoltre che in data odierna sarà attivato il servizio mensa a Gallico Marina, Gallico Superiore, Catona Centro e Sambatello. Scrive la Presidente Irene Mazza “Ho avuto modo di fare il punto della situazione direttamente con il rappresentante legale della ditta di ristorazione SCAMAR. Pur comprendendo il rammarico espresso dai genitori dell’I.C. di Gallico e Catona è opportuno fare delle precisazioni. La scorsa settimana, i tecnici del Comune hanno fatto un sopralluogo ricognitivo per la verifica tecnica dell’avvio ai lavori, sopralluogo dettato dalla mancata iscrizione degli alunni al servizio mensa. Le adesioni sono state effettuate solo alla ripresa delle attività didattiche, ovvero nel mese di Gennaio 2019 e, purtroppo, alla data del suddetto sopralluogo, il numero è del tutto esiguo: scuola Salice 6 alunni, Pietre della Zita 7.  Quest’ultima scuola inoltre,essendo stata oggetto di ristrutturazione e modernizzazione ,non disponeva ancora delle autorizzazioni sanitarie per poter adibire i locali a refettorio,così come richiesto dalle vigenti norme in materia. Si deduce,quindi,che non si tratta di locali dove l’anno scorso era stato già svolto il servizio mensa. Pertanto, alla luce di quanto esposto e da ciò che è stato pubblicato da diverse testate giornalistiche, i numeri non tornano.  Si parla addirittura,di centinaia di famiglie che fanno i salti mortali per conciliare lavoro e orari scolastici e ,quindi, di altrettanti bambini a cui viene negato il diritto al tempo prolungato. Bene, forse dobbiamo guardare da un’altra parte.  Forse dobbiamo intraprendere un’azione di controlli incrociati sul numero di alunni iscritti a 40 ore e quelli che, effettivamente, fruiscono di tale orario.  Naturalmente, se da tale riscontro dovesse risultare che ci sono delle discrasie,sicuramente, come si può ben evincere,la colpa non è né dell’amministrazione comunale, né della Commissione Mensa che tanto stanno facendo affinché sempre più scuole possano usufruire del servizio. Unicuique suum!

Recommended For You

About the Author: PrM 1