Foibe. Binetti: per la prima volta al centro del dibattito politico

(DIRE) Roma, 10 Feb. – “Foibe: nel Giorno del Ricordo, c’è la bandiera a mezz’asta alla Farnesina, che in questo modo rende omaggio alla vittime delle Foibe e dell’esodo istriano, fiumano e dalmata. È la prima volta che accade. Anche l’incontro di ieri al Quirinale ha avuto una particolare solennità con le parole di intensa e sofferta italianitaàda parte di Mattarella. Oggi poi si sono susseguite molteplici visite nei luoghi resi sacri dal martirio di tanti italiani, vittime della violenza e della persecuzione Comunista nelle zone della rossa Istria: Red land. Rossa non perche’ comunista, ma perchè terra di bauxite che le conferisce un colore davvero particolare. Non a caso si intitola cosi’ il film trasmesso in prima serata da Rai3, in decisa concorrenza con Sanremo! Un film duro e coraggioso in cui il popolo istriano appare stretto tra la fine del fascismo, la durezza tedesca che risaliva l’italia Vendicandosi del presunto tradimento e la aggressività Comunista con cui i titini soffocavano l’ansia di libertà del popolo istriano e Giuliano-dalmata. Una terra di confine che ha continuato a pagare un prezzo altissimo per il silenzio ambiguo con cui finora quelle violenze erano state accantonate. Oggi qualcosa è cambiato; la nostra sembra una democrazia più matura se è disposta a fare coraggiosamente i conti col suo passato. Anche con un passato di cui si vergogna; con un silenzio di cui deve comunque vergognarsi”. Lo afferma la senatrice Paola Binetti, UDC, vicepresidente della Commissione per i Diritti umani. “Molti diritti umani sono stati calpestati allora e oggi è arrivato il momento di una restituzione alla memoria di chi col suo dolore e la sua passione per la Patria, ci aiuta a provare a costruire uno scenario migliore! Più degno e speriamo più onesto almeno intellettualmente! La verità ci farà liberi! Oggi come ieri”, conclude. (Com/Tar/ Dire) 16:07 10-02-19

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano