Vino. Chianti, Governo e Toscana dicano si a viti resistenti

Busi: “Sperimentazioni siano possibile anche nelle DOCG”

(DIRE) 11 Feb. – Sulle viti resistenti il presidente del consorzio Vino Chianti, Giovanni Busi, rivolge un duplice invito indirizzato al governo e alla Toscana. Alla Regione, spiega alla ‘Dire’ a margine della rassegna Chianti lovers, “chiediamo di poter avere la possibilita’ di utilizzarle e quindi di sperimentarle nelle nostre aziende, perche’ senza sperimentazione tutto il resto non significa niente”. Per quanto riguarda il governo, invece, “al ministero domandiamo di poterle utilizzare anche nelle denominazioni, perche’ attualmente l’Italia proibisce l’utilizzo di queste viti resistenti nelle denominazioni”. Secondo Busi e’ necessario “provare questi tipi di vitigni, che sono fondamentali per poter avere una vera agricoltura verde”. Su questo punto, ribadisce, “la Regione dovrebbe anzitutto aprire la possibilita’ di questa sperimentazione e il governo la sperimentazione nelle denominazioni. Questo significa veramente andare incontro a un’agricoltura verde al 100%”. Effettivamente, segnala, “ridurre il numero dei trattamenti diventa essenziale: significherebbe avere meno emissioni di Co2, meno inquinamento da prodotti anticrittogamici nelle nostre vigne”. (Cap/ Dire) 11:48 11-02-19

Recommended For You

About the Author: PrM 1