Imbalzano: “Bollette canone acqua? Nuovo salasso per i reggini”

“Anche nel 2019 nuovo insopportabile salasso sul fronte delle fatturazioni del canone acqua che giungono nelle case dei reggini. E’ notizia di questi ultimi giorni l’arrivo di bollette in tema di servizio idrico integrato che non contemplano proporzione e adeguatezza tra consumi e costi, sconfinando drammaticamente nell’assurdo”. E’ quanto afferma Pasquale Imbalzano, consigliere del gruppo Forza Italia al Comune di Reggio Calabria. “Infatti,  ciò che genera disappunto e scoramento è la richiesta di pagamento di elevati saldi di annualità risalenti nel tempo, che obbligano i cittadini a esborsi eccessivi e ingiustificati, che peraltro stridono con una gestione  del servizio idrico da parte dell’ente di Palazzo San Giorgio rinomatamente critica, i quali già risultano ampiamente assorbiti da una lunga serie di adempimenti fiscali che impediscono loro di poter fare fronte a questo gravoso carico economico. Senza mai dimenticare che ci troviamo nel contesto di  una crisi economica e sociale che almeno alle nostre latitudini non accenna a diminuire”, aggiunge Pasquale Imbalzano. “Tra le criticità che vengono fatte rilevare e che sono motivo di  giustificate lamentele, vi è innanzitutto l’ingiusto  calcolo dei consumi presunti per utenza anche laddove i consumi reali si collochino ben al di sotto delle soglie stimate, e ciò sia per le utenze domestiche che per gli esercizi commerciali. L’inesatta parificazione dei consumi stimati delle famiglie numerose con quelle composte da un solo componente. La difficoltà di comunicare i dati delle autoletture al gestore del S.I.I. nel caso di nuovo allaccio per tardiva e colpevole non assegnazione dei codici contribuente da parte degli uffici competenti. La poco trasparente modalità di rendicontazione in bolletta dei consumi e delle spese, che tante difficoltà sta provocando ai cittadini ai fini di una corretta lettura dei costi presenti nelle stesse fatture e che pertanto risultano non intellegibili. Ma tra le più contestabili azioni amministrative vi è quella della mancata applicazione della riduzione del 50% del canone acqua nei confronti di tante utenze che ricevono acqua non potabile dai propri rubinetti sia nei quartieri a nord (Archi, Santa Caterina) che a sud della città, passando dal Centro Storico, benché sussistano sentenze e provvedimenti amministrativi di fatto inapplicati. Nonostante ciò, a tanti cittadini viene ingiustamente intimato di pagare acconti e saldi per l’intero ammontare e solo dopo poter chiedere la restituzione di ciò che legittimamente spetta”, aggiunge Pasquale Imbalzano . “In questo senso abbiamo già chiesto al presidente Pizzimenti una convocazione a breve termine della ^VI commissione consiliare speciale permanente “Controllo e Garanzia” alla presenza dell’Assessore e del dirigente al ramo, nonché dei vertici della Hermes per porre fine  a questo ostile atteggiamento vessatorio nei confronti della cittadinanza, che innanzitutto espone l’Amministrazione Comunale a forti prese di posizione da parte della cittadinanza e che in verità nulla ha a che condividere con la declamata volontà di una Amministrazione politica vicina ai reggini”, conclude Pasquale Imbalzano .

Recommended For You

About the Author: PrM 1