Trieste. Operazione “Oro Rosso”: furti rame in ambito ferroviario

Controlli anche nel 2019

Continuano le operazioni di controllo straordinario disposte dal Servizio di Polizia Ferroviaria. L’ultima in ordine di tempo, denominata “Oro Rosso”  ed effettuata il 14 Febbraio, ha visto la Polizia Ferroviaria impegnata, nell’ambito del territorio regionale, in una serie di controlli tesi a monitorare costantemente la situazione relativa ai depositi di questo materiale che, considerato il valore commerciale, può essere effettivamente denominato “oro rosso”.

In particolare sono stati impegnati operatori specificamente formati per questo tipo di servizio, che hanno controllato 47 siti tra rottamai e depositi lungo la linea ferroviaria ed identificato 18 persone. Per controllare con efficacia il mercato e tracciare il percorso di questi materiali, le verifiche interessano anche i mezzi di trasporto su strada che movimentano l’oro rosso da un deposito all’altro.

Il quadro regionale continua ad essere sostanzialmente positivo a dimostrazione che l’impegno portato avanti dalla Polizia Ferroviaria è in grado di dare frutti positivi. In provincia di Pordenone, sono state emesse tre sanzioni amministrative, per un importo complessivo di oltre ottomila euro, a causa di alcune violazioni riscontrate proprio nella compravendita e trasporto di materiale ferroso. Ciò evidenzia come la “guardia” debba sempre essere tenuta alta al fine di impedire violazioni alle leggi e contrastare il mercato illegale di tali beni, spesso frutto di furti ai danni di società che gestiscono il mondo ferroviario e delle telecomunicazioni causando danni a servizi pubblici essenziali.

 

fonte  —  http://questure.poliziadistato.it/Trieste/articolo/13185c67a7429c123356083611

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano