Pordenone smantella pericolosa banda criminale dedita a reati predatori in ville ed abitazioni del Nord Italia

La Polizia di Stato di Pordenone smantella pericolosa banda criminale dedita a reati predatori in ville ed abitazioni del nord Italia: arrestati 3 cittadini albanesi, sequestrate armi da fuoco, riscontrati 100 furti aggravati in abitazioni con circa 1 milione di euro di proventi illeciti.

E’ in corso dalle prime ore dell’alba una vasta operazione della Polizia di Stato di Pordenone che sta eseguendo arresti e perquisizioni in Friuli Venezia Giulia, Veneto e Lombardia, nei confronti dei componenti, tutti di origine albanese, di una pericolosa banda criminale specializzata nella commissione di reati predatori in ville ed abitazioni ubicate nel Nord-Est.

I provvedimenti restrittivi in carcere sono stati disposti dall’autorità giudiziaria pordenonese nei confronti di tre cittadini albanesi, pluripregiudicati per reati specifici, responsabili di 33 furti aggravati in ville ed abitazioni, oltre che di altri  70 reati predatori, in fase di riscontro e riconducibili allo stesso gruppo criminale, tutti commessi ad iniziare dallo scorso periodo prenatalizio, principalmente nelle Province di Pordenone e Treviso.

Circa 1 milione di euro gli illeciti introiti tra denaro contante, gioielli, orologi, lingotti in oro, oltre a pistole e munizioni nella disponibilità degli arrestati, pronti ad utilizzarle anche nel corso dei loro raid serali e notturni nelle abitazioni. Individuato inoltre un flusso di tali beni illeciti trasferiti verso l’Albania, con reinvestimento e riciclaggio in quello Stato.

Le indagini coordinate dal Servizio Centrale Operativo  della Polizia di Stato, sono state svolte dalla Squadra Mobile della Questura di Pordenone che sta eseguendo le operazioni  in collaborazione con le Squadre Mobili di Milano e di Treviso, con il Commissariato di P.S. di Conegliano Veneto (Tv), ed il concorso delle unità specializzate U.O.P.I della Polizia di Stato e del Reparto Prevenzione Crimine di Padova. I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa indetta per le ore 10.30 odierne presso la Questura di Pordenone.

 

fonte  —  http://questure.poliziadistato.it/Pordenone/articolo/8485c6e487bdca98429920749

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano