Turismo, Firmato a Bari protocollo di intesa per tratto ciclovia adriatica

Emiliano: “Stato lontano ma facciamo qualcosa di local con Echi Global”

(DIRE) 26 Feb. – Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha partecipato questa mattina, nella presidenza della Regione Puglia a Bari, alla sottoscrizione dell’accordo di collaborazione fra Regione Puglia, Asset (Agenzia regionale Strategica per lo Sviluppo ecosostenibile del Territorio), ministero dei Beni e delle Attivita’ culturali (Segretariato Regionale per la Puglia, Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per la citta’ metropolitana di Bari e Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto), Comuni di Monopoli e Fasano. Obiettivo la progettazione e realizzazione di un tratto particolarmente pregevole e suggestivo della “ciclovia nazionale Adriatica” e la sperimentazione di nuove forme di tutela e valorizzazione dei beni culturali archeologici ed ambientali. Presenti alla firma il commissario straordinario Asset Elio Sannicandro, il sindaco di Fasano Francesco Zaccaria, il sindaco di Monopoli Angelo Annese, Giovanni Michelangelo Sardone per il Segretariato Regionale per la Puglia del Mibact, il soprintendente Luigi La Rocca (sezione della citta’ metropolitana di Bari) e la soprintendente Maria Piccareta (sezione di Brindisi, Lecce e Taranto). Se per Zaccaria si tratta di “un sogno, di un unicum in Regione per attrarre turisti” per Annese “non bisogna ragionare campanilisticamente ma ci sono parti culturali importanti, tra cui gli scavi di Borgo Egnazia, da valorizzare”. “Io attendo i risultati, tra il dire e il fare c’e’ di mezzo il mare – ha concluso Emiliano – noi abbiamo bisogno di un turismo che non aggravi l’impronta umana sul territorio. La regione non intende il turismo come di massa ma un turismo esperienziale. È chiaro che abbiamo tante difficolta’, lo Stato e’ sempre lontano. Ma oggi riusciamo a fare qualcosa di local che ha echi global”. (Rag/ Dire) 11:48 26-02-19

Recommended For You

About the Author: PrM 1