8 Marzo: Confesercenti Swg: la mimosa resiste, la festa meno

In dono quasi 14 milioni di ramoscelli, ma la celebrazione perde appeal: per una donna su due è solo una festa commerciale

Crispino: “Per le donne poco da festeggiare: 2 su 10 vittime di discriminazione di genere”

La tradizione della mimosa? Resiste, forse anche meglio della stessa Festa della Donna. Dopo un San Valentino positivo per il mercato dei fiori, gli operatori hanno buone speranze anche per l’8 Marzo: con l’occasione, infatti, dovrebbero essere regalati quasi 14 milioni di ramoscelli di mimosa, un dato in leggero aumento (circa il 5% in più) sullo scorso anno. La celebrazione in sé, invece, continua a perdere appeal: per una donna su due (il 51%) è una festa commerciale priva di valore, mentre solo il 35% – lo scorso anno era il 39% – ritiene che sia un evento utile al dibattito sulle disparità di genere. E c’è anche un 8% che assegna alla festa un valore del tutto negativo.  È quanto emerge da un sondaggio condotto su un campione di donne da SWG per Confesercenti. A pesare sull’appeal della festa è proprio la consapevolezza delle forti disparità ancora esistenti tra uomini e donne. Il 22% delle intervistate denuncia di essere stata, nell’ultimo anno, vittima di discriminazioni di genere, mentre il 62% ritiene che le donne non siano sufficientemente rappresentante nel panorama politico ed istituzionale. Un problema riconosciuto solo parzialmente dagli uomini: tra questi, ben il 43% giudica sufficiente la rappresentanza femminile. Anche sulla mimosa, però, l’opinione si divide: il 23% delle intervistate non la gradisce in dono, mentre per il restante 35% (in crescita sul 31% dello scorso anno) è un regalo apprezzato. La maggior parte lo accetta con indifferenza (43%). Molto dipende dalla persona da cui proviene il dono: il 34% vorrebbe infatti riceverla solo dal partner, mentre il 15% dai familiari. Seguono le amicizie più strette (14%), l’ambiente di lavoro (6%) e da altre donne (6%). Ma c’è anche un 17% che gradisce sempre la mimosa, da chiunque provenga.  “La giornata internazionale della donna è una occasione per fare qualche bilancio: e purtroppo non è positivo. Per le donne c’è ancora poco da festeggiare, come testimonia il 22% che denuncia di essere stata vittima di discriminazioni solo negli ultimi 12 mesi”, commenta Anna Maria Crispino, Presidente di Impresa Donna, l’associazione che riunisce le imprenditrici di Confesercenti. “Alcuni passi avanti verso la parità di diritti sono stati fatti, ma c’è ancora molta strada da fare. Le donne nel mondo del lavoro e del fare impresa rappresentano un ricco potenziale, sempre più qualificato, per il nostro Paese. Chi governa deve mettere l’occupazione e l’impresa femminile tra le priorità: noi abbiamo sostenuto, e continueremo a farlo con il massimo impegno, le nostre imprenditrici con tutto il supporto e l’assistenza tecnica necessaria, dalla nascita e durante il loro percorso di crescita. Ma occorre investire maggiori risorse, a partire dalle politiche di conciliazione vita-lavoro”.

Le fa piacere ricevere fiori – in particolare la classica mimosa – per la ricorrenza dell’8 marzo?

sì, mi fa piacere

34

no, non mi piace

23

mi è indifferente

43

(rispondenti: donne) Valori %

Da chi preferisce ricevere auguri/omaggi floreali?

dal partner

34

non ho preferenze, mi fa sempre piacere

17

dai famigliari

15

dalle amicizie più vicine

14

dall’ambiente di lavoro

6

da altre donne

6

(rispondenti: chi ha detto sì) Valori %

Secondo lei la ricorrenza dell’8 marzo…

è positiva, perché utile al dibattito sulle disparità di genere

35

non è né positiva né negativa, è una festa commerciale priva di significati reali

51

è negativa, una festa ipocrita

8

non saprei

6

Valori %

Parliamo di disparità di genere. Le è capitato nell’ultimo anno di essere vittima di episodi di discriminazione di genere?

22

no

72

Non risponde

6

( rispondenti: donne) Valori %

Secondo lei le donne sono sufficientemente rappresentate nel panorama politico ed istituzionale? Uomo donna

32

43

21

no

55

48

62

non saprei

13

9

17

Valori %

NOTA METODOLOGICA

Popolazione Tema del sondaggio: 8 marzo Soggetto realizzatore: SWG Spa Committente e acquirente: Confesercenti Nazionale Data di esecuzione: 6-7 marzo 2019

Metodologia di rilevazione: sondaggio online CAWI su un campione casuale probabilistico stratificato e di tipo panel ruotato di 1000 soggetti maggiorenni, distribuito su tutto il territorio nazionale. Il campione intervistato online è estratto dal panel proprietario SWG. Tutti i parametri sono uniformati ai più recenti dati forniti dall’ISTAT. I dati sono stati ponderati al fine di garantire la rappresentatività rispetto ai parametri di sesso, età e macro area di residenza. Margine d’errore massimo: ± 3,0%

C.S. Confesercenti

Recommended For You

About the Author: PrM 1