Calabria. Consiglio Regionale rinvia voto doppia preferenza di genere

Dissidi nel Centrosinistra. Opposizione: “Unificare gli altri testi”

(DIRE) Reggio Calabria, 11 Mar. – Il Consiglio regionale della Calabria ha rinviato la discussione relativa all’approvazione della legge elettorale proposta dal consigliere Flora Sculco (Cir) relativa alla ‘promozione della parità di accesso tra uomini e donne alle cariche elettive regionali’ che prevede la possibilità, non obbligatoria, per l’elettore di un doppio voto (uomo, donna) per la scelta dei consiglieri regionali. L’argomento sara’ discusso il prossimo 25 Marzo. A causare il rinvio sono state, in particolare, le prese di posizioni all’interno della maggioranza di centrosinistra dei consiglieri Orladino Greco (Oliverio presidente) e Domenico Bevacqua (PD) che hanno dichiarato l’intenzione di voto contrario al testo normativo. Su posizioni favorevoli sono rimasti gli altri consiglieri del Partito democratico, i Democratici progressisti, la Sinistra e due consiglieri dei Moderati per la Calabria. L’opposizione di centrodestra, in considerazione della presenza di altre due proposte di legge elettorale che prevedono la doppia preferenza di genere, ha chiesto un rinvio con l’auspicio costruttivo di unificare o armonizzare i testi. Dopo una sospensione dei lavori gli interventi del capogruppo del Pd Sebi Romeo e di Domenico Tallini (FI) hanno dichiarato un “impegno solenne” con una data prestabilita per l’approvazione della nuova legge elettorale. Nel corso dei lavori erano presenti tra il pubblico, una nutrita rappresentanza di sindaci donne e i componenti della commissione Pari opportunità del Consiglio regionale. Non sono mancati momenti di disappunto nel corso dei degli interventi dei consiglieri regionali, soprattutto per quelli che hanno precisato il motivo del voto contrario o del rinvio della discussione. (Mav/Dire) 21:10 11-03-19

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano