Una domenica d’oro per la Calabria: Idam campione d’Italia juniores, Vitale trionfa ad Ancona

4 Ori agli Italiani di lanci Master

Ayoub Idam illumina d’immenso l’atletica calabrese conquistando l’oro ai campionati italiani juniores di cross, svoltisi in Piemonte durante l’ultimo weekend all’interno del parco naturale de La Mandria di Venaria Reale (TO). Il diciottenne di origini magrebine tesserato Cosenza K42 si è imposto, come atleta equiparato, allo sprint sugli 8 km, anticipando sul rettilineo d’arrivo Enrico Vecchi dell’Atletica Rodengo e Alain Cavagna dell’Atletica Valle Brembana. Partito sornione Ayoub Idam ha atteso ‘coperto’ nel gruppo di testa le iniziative degli avversari, reticenti però per oltre metà gara a qualsivoglia intraprendenza. Ultimato il 5° km prende margini sui rivali, il laziale Francesco Guerra (RCF Roma Sud), crollato poi a 500 metri dall’arrivo, lasciando strada libera verso il trionfo al crotonese d’adozione allenato da Scipione Pacenza, giunto al traguardo a braccia alzate in 26’14’’. Il primo gradino del podio di Idam unito all’89° posto di Giacomo Marotta (29’18’’) e al 96° di Pasquale Praticò (29’24’’), colloca i gialloneri della Cosenza K42 in 11^ posizione nella classifica per club. Tra i 230 Junior finisher anche Zohair Hadar della Asd Tiger Running di Castrovillari, 136° in 30’12’’. Tra gli Allievi Ahmed Semmah dell’Atletica Cosenza termina i 4 km previsti al 46° posto con il crono di 17’33’’. Sulla medesima distanza per la Zagara Asd di Sant’Ilario (RC), accrescono il proprio bagaglio d’esperienza, in un contesto altamente competitivo, Verteramo Bernardo, Nasr Allah Youssef e Nasroallah Youssef che portano la propria squadra al 49° posto in classifica. Ancora la squadra della CosenzaK42, nella gara senior uomini con buone prove di Luca Ursano (36’14”), Alberto Giungato (36’24”’) e Giovanni Monaco (36’43’) che sulla distanza dei 10 km assegnano il 46° posto a squadre al team diretto da Maurizio Leone. In gara donne Francesca Paone dell’Hobby Marathon Catanzaro si classifica al 141° posto in 35’30’’. Soddisfazione per il Comitato Fidal Calabria non più fanalino di coda dopo anni di maglia nera, grazie alle Cadette Vanessa Staffa (Asd Tiger Club), Linda Savaia (Cosenza K42), Sofia Filice (Cosenza K42), Chiara Gladych (Fiamma Atl.Catanzaro) e  Rossella Mondilla (Fiamma Atl.Catanzaro), brave a posizionare la rappresentativa calabrese al 19° posto davanti a Molise e Basilicata.

Sempre nella giornata di domenica 10 marzo, nella suggestiva atmosfera del Palaindoor di Ancona, si e’ svolto il meeting nazionale di atletica leggera rivolto alle categorie giovanili Ragazzi e Cadetti “Coppa Giovani Indoor 2019”, con atleti provenienti da tutta italia.
Tantissimi gli iscritti per gara, in una cornice suggestiva di un Palaindoor colorato e gremito di persone.
Sui 60 metri indoor con 65 concorrenti suddivisi in ben 9 serie, al via lo sprinter reggino Alessandro Vitale della Asd Sporting Club, allenato dal papà Marco, che stacca di forza tutti i concorrenti, facendo la differenza e volando al traguardo in solitario, stabilendo un ottimo 7.27. Lo sprinter reggino, si conferma così ai vertici della velocità nella propria categoria, in attesa dell’inizio dell’attività su pista sulla distanza degli 80 metri.

Ancora atleti calabresi impegnati da venerdì 8 a domenica 10 marzo a Viterbo, ai Campionati Italiani Invernali di Lanci lunghi riservati alle categorie Master. Sono arrivati ben 4 titoli di campione italiano ad opera di Vaccari Antonio SM55 (Atl.Cosenza) nel lancio del giavellotto con 42.74 metri e nel lancio del martello con 35.81, di Ammendola Giuseppe SM75 (Atl.Amatori Reggio) nel lancio del disco con 27.18 metri e per Maria Grandinetti SF55 (Atl.Cosenza) nel lancio del disco con metri 27.64.

Gli stessi atleti si sono cimentati nella altre specialità dei lanci salendo tutti sul secondo gradino del podio: Vaccari, per gli M55, nel disco (34.79 metri) e nel martellone con 13.29; Ammendola Giuseppe M75 argento nel lancio del giavellotto (23.73 m) e nel lancio del martello con 27.13 metri. Maria Grandinetti F55 ancora vice campionessa nel giavellotto (24.00 m), nel martello (40.44 m) e nel martellone (12.94).

Risultati di grande spessore, a dimostrazione che il movimento atletico calabrese è ai vertici delle competizioni nazionali, nonostante le già note difficoltà impiantistiche della nostra regione.

Recommended For You

About the Author: PrM 1