Imbalzano: “Tapis roulant di via Giudecca: E’ giunto il momento che il comune metta in sicurezza il percorso pedonale”

“Sono trascorsi diversi anni da quando il cantiere del tapis roulant di via giudecca, nel tratto compreso tra la via Filippini e la via Possidonea, è stato inizializzato senza che della consegna dell’opera si sia intravista ultimazione e collaudo, che tanti disagi crea sia nei confronti dei cittadini residenti che dei tanti frequentatori, in particolare bambini, della parrocchia della Chiesa della Cattolica dei Greci, cosi da ingenerare disagio e preoccupazione sui rischi di incolumità fisica derivanti per tutti coloro i quali quotidianamente lo attraversano”. E’ quanto afferma Pasquale Imbalzano, Consigliere Comunale di Forza Italia nel civico consesso di Reggio Calabria, che rafforzando il grido di allarme emergente sulla seria problematica da parte di un nutrito gruppo di cittadini residenti e non solo, nuovamente insiste affinché l’area interessata venga posta in sicurezza. “D’altronde, è inconcepibile che su di un area di cantiere sostanzialmente ferma all’anno 2012 e rispetto a cui avevamo ricevuto concrete rassicurazioni da parte dei responsabili del Settore Tecnico del Comune di Reggio Calabria sulla pronta ripresa dei lavori di una struttura che avrebbe avuto il merito di collegare il Corso Vittorio Emanuele con la via Reggio Campi , dunque la parte bassa e alta della città, anche nell’ottica di una maggiore fruibilità turistica del Monastero della Visitazione di prossima apertura, si assista ancora ad un evidente degrado e incuria che vede insistere le strutture metalliche originariamente costruite per consentire -solo in via provvisoria- l’attraversamento dell’area, essere invece divenute percorso pedonale a carattere definitivo, per di più ricco di ostacoli e intrinsecamente pericoloso perché instabile, malfermo e insicuro”, continua il Consigliere Comunale. “Poiché riteniamo che di tale conosciuta situazione è unicamente responsabile questa indolente Amministrazione Comunale, che applica il criterio di interpretazione elastica dell’azione amministrativa, secondo cui “si agisce solo se si è politicamente vicini, altrimenti si è abbandonati al proprio destino” , esistono infatti numerosi solleciti emergenti tanto dai cittadini residenti nell’area quanto dall’intera Comunità parrocchiale che rivendicano da oramai 4 anni le giuste attenzioni. “Per questo motivo, oltre a questo invito, avanzeremo fin da subito al Presidente della VI^ Commissione di Controllo Antonio Pizzimenti, una pronta convocazione dell’organismo consiliare per verificare se siano stati posti in essere gli atti amministravi propedeutici, innanzitutto, alla messa in sicurezza dell’area e, in via ulteriore, alla pronta ripresa dell’attività di cantiere per l’ultimazione di un opera già finanziata con i fondi del Decreto Reggio, con l’unico scopo di mettere fine a questo scempio di degrado e incuria e impedire soprattutto che i cittadini e i frequentatori dell’area, tra cui bambini, non rischino la propria incolumità fisica”, conclude Pasquale Imbalzano.

Recommended For You

About the Author: PrM 1