Migranti, nave Mare Jonio sequestrata e scortata nel porto di Lampedusa. Spunta ipotesi complotto

Salvini: “Questo presunto salvataggio di questa nave gestita dai centri sociali era organizzato da giorni”

Roma – La Guardia di Finanza sta procedendo al sequestro della nave Mare Jonio, e per questo motivo la sta scortando nel porto di Lampedusa. Nelle prossime ore potrebbero scattare gli interrogatori dell’equipaggio. Lo si apprende da fonti del Viminale.

Migranti Di Maio: Ha disobbedito a Libia, sequestrare Nave Jonio

“Io spero che il prima possibile possano eseguire un sequestro su questa nave perché questa nave ha disobbedito alla Guardia costiera libica e ha messo a rischio la vita di 49 persone attraversando il mare fino a Lampedusa. Se le navi delle ong non rispettano le regole bisogna fermarle perché mettono anche a rischio la vita dei migranti”. Lo dice il vicepremier Luigi Di Maio, ospite di Pomeriggio cinque. “Spero in una soluzione nelle prossime ore- aggiunge- io sono in contatto con Conte e Salvini, va risolta subito”.

Migranti. Salvini: Se non c’è sequestro Mare Jonio non sbarca nessuno

“Se non c’e’ un sequestro del mezzo non sbarca nessuno”. Lo dice il ministro dell’Interno Matteo Salvini a Radio Radio a proposito del caso di Mare Jonio.

Diciotti Salvini: Coincidenza con nave Jonio? Tutto organizzato da giorni

Lei crede alla coincidenza tra il caso di Nave Jonio e il voto sulla Diciotti? “Io credevo a Babbo Natale fino a che avevo 8 anni. Poi con rammarico un mio compagno di classe, un po’ infame, mi ha detto ‘guarda che nell’armadio trovi i regali che ti portano mamma e papa”. Mi e’ crollato il mondo addosso. Ma da allora ho smesso di credere in Babbo Natale”, risponde con ironia Matteo Salvini a Radio Radio. E aggiunge: “Questo presunto salvataggio di questa nave gestita dai centri sociali era organizzato da giorni”.

Migranti, Salvini: è traffico di esseri umani

“Il ministro non si basa su impressioni: oggi ho incontrato il capo delle capitanerie di porto, il capo della Guardia di Finanza, il capo della polizia e quelli dei servizi segreti esterni. E’ certo che questa imbarcazione non ha soccorso naufraghi che stavano affogando ma si sia inserita in un traffico di esseri umani organizzato, concordato e programmato. Confido che nelle prossime arrivi dall’autorità giudiziaria quello che consegue”. Così il ministro dell’interno Matteo Salvini a Radio Radio. “In questo caso sono stati commessi evidentemente dei reati. Poi io non faccio il procuratore, non mi sostituisco”, aggiunge il ministro che spiega: “Il primo reato commesso è di avere ignorato due volte l’ordine di bloccare le macchine della Guardia di Finanza. Questi se ne sono fregati anche degli ordini della guardia costiera libica. Sono passati davanti a Malta senza dire nulla, ci sono tracce evidenti di contatti con altri soggetti. Quello che parla è l’esponente dei centri sociali”.

 

Agenzia DIRE – www.dire.it

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano