Reggio Calabria. Scoperti 1.261 evasori totali su tassa rifiuti

Comune già attivo per recuperare 4,983 mln di €

(DIRE) Reggio Calabria, 19 Mar. – Sono 1.261 gli evasori totali della tassa sui rifiuti accertati dal Comune di Reggio Calabria. Il dato è stato comunicato oggi dalla società comunale Hermes, che si occupa della gestione e riscossione dei tributi, nel corso di un incontro con la stampa, convocato dal sindaco Giuseppe Falcomatà  per fare il punto sulla lotta all’evasione tributaria. Si è trattato di un primo rapporto trimestrale alla città che ha fatto emergere anche l’ammontare dell’importo evaso: 4,983 milioni di euro. Gli avvisi di accertamento, con le ingiunzioni di pagamento riferiti agli ultimi cinque anni di tributi, sono già stati consegnati a 1.146 persone fisiche e 115 persone giuridiche. Tra gli evasori totali della tassa sui rifiuti, a quanto riferito oggi, risultano anche alcuni degli attuali Consiglieri comunali di Reggio Calabria. Nel corso della conferenza ha relazionato del dettaglio l’amministratore di Hermes Giulio Tescione: “La nostra metodologia di lavoro – ha dichiarato Giulio Tescione amministratore di Hermes – si è basata su incroci informatici, analisi a campione e verbali degli ispettori ambientali, garantendo comunque un criterio di riservatezza per chi si sta mettendo in regola”. “Non è una caccia alle streghe – ha affermato il sindaco Falcomatà – il contrasto all’evasione, in questo caso della tassa sui rifiuti, ci aiuterà a migliorare il servizio. In questa città le tasse locali non si pagano per un problema culturale anche per assenza di controlli. Dalla platea attuale di contribuenti, 50mila, siamo saliti a 51.261”. “Vogliamo ribaltare questo concetto – ha concluso Falcomatà – anche per salvaguardare chi con fatica e sacrifico paga regolarmente i tributi ed è in regola” (Mav/Dire) 12:28 19-03-19

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano