Isola Capo Rizzuto (Kr). Abitazione utilizzata per produzione e spaccio di droga. Un arresto per spaccio

Nella tarda serata di sabato 23 marzo u.s., personale di questa Squadra Mobile congiuntamente a personale della Unità Cinofila della Questura di Vibo Valentia, nell’ambito delle consuete attività finalizzate alla repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nel capoluogo e nei comuni della provincia, ha effettuato un accurato servizio di osservazione nel centro abitato di località Le Castella di Isola di Capo Rizzuto (KR), dove è stata segnalata una frequente attività di spaccio di sostanza stupefacente. Nel corso del servizio il personale operante ha avuto modo di notare, da parte di un soggetto già noto alle Forze dell’Ordine, una serie di movimenti e spostamenti che, per tempistiche e modalità, potevano, in effetti, essere ascrivibili a una condotta di spaccio di droga. Pertanto, senza alcun indugio, i poliziotti decidevano di intervenire per effettuare un controllo sul soggetto, il quale, alla vista, degli agenti ha cercato di disfarsi di un involucro di cellophane di colore bianco, contenente cocaina, subito recuperato. Alla luce di quanto accaduto per strada, il personale della Squadra Mobile con l’ausilio delle unità cinofile effettuavano una perquisizione personale e domiciliare presso l’abitazione del fermato, che comunque non dava alcun riscontro all’attività investigativa, pur tuttavia, terminata tale operazione, il cane antidroga manifestava chiari segni di agitazione per la presenza di sostanze stupefacenti in direzione della porta di ingresso dell’appartamento posto sul medesimo pianerottolo dell’abitazione del fermato, al momento non abitato, ma le cui chiavi erano nella disponibilità di quest’ultimo. La seconda perquisizione consentiva il rinvenimento ed il sequestro di una busta di plastica di colore bianco contenente sostanza stupefacente del tipo marijuana del peso di gr. 83,9, nr. 4 involucri di cellophane termosaldati contenente sostanza stupefacente presumibilmente del tipo cocaina, un bilancino elettronico di precisione perfettamente funzionante, intriso di residui di sostanza stupefacente e delle bustine per il confezionamento, oltre ad una confezione di bicarbonato di sodio, presumibilmente utilizzato come sostanza da taglio. Il fermato M.F., crotonese, classe 1986, veniva tratto in arresto e su disposizione della locale Autorità Giudiziaria sottoposto al regime degli arresti domiciliari, presso la propria abitazione.

 

fonte — http://questure.poliziadistato.it/Crotone/articolo/11465c98a7f99705d362772176

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano