UniRC, conferenza stampa di presentazione del progetto Samo_Città Sana

Il Comune di Samo su proposta del laboratorio LASTRE del Dipartimento PAU dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, nell’ambito delle attività per la Convenzione in corso con l’Amministrazione comunale ha aderito alla rete “Città Sane” organizzata e riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Samo è il primo comune della Calabria ad aver colto l’occasione fornita dalla rete Città Sane di promuovere la salute a punto centrale delle proprie politiche. Far parte della Rete vuol dire migliorare lo stato di salute della propria città guardando più in là dei propri confini attraverso il supporto di un network  esistente. La conferenza stampa indetta dal direttore del Dipartimento PAU, prof. Tommaso Manfredi, dalla prof. Concetta Fallanca responsabile scientifico del LASTRE e dal sindaco del comune di Samo, avv. Giovambattista Bruzzaniti, si è tenuta il oggi presso il Dipartimento PAU dell’Univesità Mediterranea.

Sono intervenuti:

i professori Natalina Carrà, Antonio Taccone (Laboratorio LASTRE), il vicesindaco Gregorio Bruzzaniti, il presidente del consiglio comunale Luigi Caracciolo, il consigliere Giovanni Brancatisano, l’architetto Silvia Lottero del Parco Nazionale dell’Aspromontee il dott. Domenico Creazzo.

Con l’occasione sono state presentate le prossime attività previste per il workshop di progettazione “S(i)amo in salute. Un processo condiviso per la progettazione della vallata” che si terrà a Samo dal 15 al 17 maggio 2019. Sono interessati oltre venti progettisti strutturati quattro gruppi di lavoro, formati da docenti, dottori, dottorandi di ricerca, professionisti e studenti. Durante il Ws i gruppi di lavoro elaboreranno proposte sulle indicazioni dello Spatial Planning for Health. An evidence resource for planning and designing healthier places, che la Rete sta sperimentando in Italia attraverso le tematiche della: Mobilità sostenibile; Sana alimentazione; Attività fisica; Sani stili di vita; Rapporto ambiente e salute / pianificazione; Invecchiamento in salute. Le giornate del Workshop sono intese come momento di condivisione delle visioni progettuali e mirano a coinvolgere e responsabilizzare verso un percorso comune di valorizzazione del territorio, tutti i soggetti portatori di interesse: Comuni, Associazioni, Mondo delle Professioni Mondo della scuola e della cultura, residenti, all’interno del territorio della fiumara La Verde. La rete “Città Sane”, organizzata e riconosciuta dall’O.M.S, è un network che vede l’impegno di oltre settanta Comuni che compongono la Rete Italiana Città Sane dell’OMS. Intende essere uno strumento di lavoro per gli amministratori, gli operatori e tutti i cittadini che credono nel progetto Città Sane e vogliono darsi da fare per realizzarlo. Samo è il primo comune della Calabria ad aver colto l’occasione fornita dalla rete Città Sane di promuovere la salute a punto centrale delle proprie politiche. Far parte della Rete vuol dire migliorare lo stato di salute della propria città guardando più in là dei propri confini attraverso il supporto di un network  esistente. Il Progetto Città Sane è un esperimento politico a livello urbano ed il suo scopo è di dare priorità alla salute nelle scelte delle amministrazioni. La grande novità è che con questo progetto l’OMS ha individuato nei Sindaci i principali artefici di tutte le strategie volte al miglioramento della qualità della vita, quindi l’Amministrazione comunale è posta al centro della tutela della salute dei cittadini. Il Progetto “Città Sane” dell’OMS nasce per fornire uno strumento che sperimenti a livello locale l’applicazione dei sei principi fondamentali della “Salute per Tutti”, sanciti dalla carta di Ottawa: garantire l’equità nel diritto alla salute; potenziare la prevenzione e la promozione della salute; sollecitare una collaborazione intersettoriale finalizzata alla salute; promuovere la partecipazione della collettività; garantire l’accessibilità ai servizi; incrementare la cooperazione internazionale. L’adesione alla rete Città Sane è, uno strumento che permette al Comune di adottare le strategie più innovative in collaborazione con enti locali e regionali responsabili della tutela della salute di tutti i cittadini. Il percorso intrapreso ha già identificato una serie di attività di ausilio al raggiungimento di questi obiettivi. Il 15, 16 e 17 maggio 2019 si terrà a Samo il workshop di progettazione: “S (i)amo in salute. Un processo condiviso per la progettazione della vallata” che vedrà impegnati 4 gruppi di lavoro (circa 16 persone) formati da dottori, dottorandi di ricerca, professionisti e studenti che affronteranno letture e proposte sulle indicazioni dello Spatial Planning for Health. An evidence resource for planning and designing healthier places, centrate su filoni di lavoro che la Rete in Italia sta già sperimentando: Mobilità sostenibile; Sana alimentazione; Attività fisica; Sani stili di vita; Rapporto ambiente e salute / pianificazione; Invecchiamento in salute. Su questi filoni di lavoro si concentreranno azioni finalizzate a:

-investire nelle persone e nelle comunità che compongono la città: una città sana dà l’esempio enfatizzando un focus umano sullo sviluppo della società e dando priorità agli investimenti nelle persone per migliorare l’equità e l’inclusione, attraverso un rafforzamento dell’empowerment;

-progettare luoghi urbani che migliorano la salute e il benessere: una città sana dà l’esempio costruendo ambienti sociali, fisici e culturali adeguati a creare un luogo che sia attivamente inclusivo e faciliti la ricerca della salute e del benessere per tutti;

-maggiore partecipazione e partnership per la salute e il benessere: una città sana dà l’esempio garantendo la partecipazione di tutti gli individui e le comunità alle decisioni che li riguardano e ai luoghi in cui vivono, lavorano, amano e giocano.

Le giornate del Workshop sono, perciò, intese come momento di condivisione e mirano a coinvolgere e responsabilizzare tutti i soggetti portatori di interesse: Comuni, Associazioni, Mondo delle Professioni Mondo della scuola e della cultura, residenti e non, all’interno del bacino idrografico del Fiume La Verde, nella definizione e condivisione di un percorso comune di valorizzazione del territorio. Il laboratorio LASTRE ha già in corso per il Contratto di fiume della La Verde una Convenzione con la Città Metropolitana di Reggio Calabria, Settore 10, Pianificazione, Ambiente, Leggi Speciali per Attività di ricerca di metodologie di indirizzo per definire una strategia operativa capace di assicurare una visione integrata tra le diverse risorse del territorio attraverso l’utilizzo dello strumento CdF. L’opportunità che il progetto Città Sane fornisce al Comune di Samo grazie alla collaborazione con il mondo della ricerca, riguarda un processo attivo e vitale; un ambito nel quale dare soluzioni innovative e creative a questioni prioritarie attinenti la salute di interesse urbano e locale attraverso una piattaforma di ispirazione e apprendimento finalizzata ad aumentare il capitale di salute.

Recommended For You

About the Author: PrM 1