Meldola (FC). Arrestati due uomini con 20Kg di hashish

Comando Provinciale di Forlì-Cesena – Meldola (FC), 03/04/2019 14:53

Nell’ambito di un’attività di Polizia finalizzata alla prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti, il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Meldola (FC) ha attuato un servizio di Osservazione, Controllo e Pedinamento nei confronti di un uomo classe 1974, residente a Meldola, da tempo tenuto sotto controllo in quanto ritenuto dedito allo spaccio di hashish nella zona della Val Bidente. Nel corso del servizio, gli operanti hanno intercettato il 45enne a bordo della propria autovettura mentre si allontanava da casa. Seguito a distanza dai militari, veniva notato dirigersi verso l’abitazione di un noto pregiudicato, classe 1975, sita in zona di aperta campagna nel comune di Modigliana.

I Carabinieri, ritenendo che il 45enne avesse effettuato la trasferta al fine di rifornirsi di stupefacente, lo sottoponevano a un controllo di Polizia in prossimità del centro di Meldola. Il soggetto, nel corso della perquisizione veicolare, veniva trovato in possesso di 300 gr di hashish, suddivisi in panetti da 100 gr l’uno, più un panetto da 100 gr di “hashish in pasta”, denominata “KUSH”, un nuovo tipo di stupefacente molto costoso e di difficile reperibilità. La successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire ulteriori 33 gr di hashish.

Nell’immediatezza – d’intesa con il pubblico ministero di turno della Procura della Repubblica di Forlì, veniva organizzata una ulteriore perquisizione presso il domicilio ove il soggetto fermato aveva presumibilmente acquistato lo stupefacente. Nel corso della seconda perquisizione, all’interno di un locale seminterrato utilizzato come deposito, veniva rinvenuto un borsone contenente numerosi panetti di hashish di varie qualità e pezzature, nonché un sacco colmo di infiorescenze di marijuana. In cucina e nel soggiorno dell’abitazione venivano altresì reperiti ulteriori panetti di hashish, nonché denaro contante pari a 3.450 euro, ritenuto provento dell’attività illecita. Tra lo stupefacente recuperato veniva trovato altro “hashish in pasta” (KUSH). Complessivamente, lo stupefacente sequestrato dagli operanti è risultato avere un peso di 19,1 kg, per un valore al dettaglio di circa 100mila euro.
In considerazione di ciò si disponeva l’arresto dei due soggetti e la loro traduzione in carcere, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, per la prevista convalida innanzi al Gip di Forlì. Al termine dell’udienza, gli arresti sono stati convalidati e nei confronti dei due pregiudicati è stata disposta la custodia cautelare in carcere.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano