“Tra il dire e il … al mare” Dal mare …un progetto per il Turismo e lo Sport

Il Circolo Velico Reggio ha presentato un progetto orientato alla creazione di nuove offerte turistiche o al completamento di quelle esistenti nel territorio di riferimento e manifesta aspetti qualificanti e innovativi, attivando, preferibilmente, sinergie tra soggetti pubblici e privati in un’ottica di filiera. Il progetto è indirizzato al rafforzamento qualitativo, al prolungamento nel tempo in continuità di iniziative già in essere. Il Progetto “TRA IL DIRE E…IL MARE” nasce dall’esigenza di rilanciare la città metropolitana di Reggio Calabria che avendo un patrimonio museale, artistico, paesaggistico non ha ancora avuto il giusto riscontro economico rispetto al mare che la interessa lungo il suo water-front. Quanto appena esposto, fa sì, che vi sono i presupposti per un sensibile incremento dei flussi turistici nel territorio, soprattutto in funzione della loro destagionalizzazione. Vari sono i punti di offerta con particolare attenzione al turismo culturale, museale, archeologico, enogastronomico, subacqueo, balneare, scuola vela, alaggio e varo con scivolo e gru per il turismo con imbarcazione al seguito.

VISIONI E STRATEGIA

“Tra il dire…e il mare” rappresenta il punto giusto per le esigenze del turista. La strategia dell’accoglienza si fonda su questa convinzione. Innanzi tutto, vi è l’esigenza di ottenere un naturale incremento dei flussi turistici verso la città. Si presta alla qualificazione del modello di accoglienza, pertanto legati al mare dove trovare “naturale” decidere di rimanere per visitare la città portando con sé la famiglia.

Obiettivi specifici del piano marketing sono:

1) proporre una chiave di lettura unitaria del territorio, tenuto conto delle esperienze di successo avviate da quasi quarant’anni.

2) individuare le componenti di offerta turistica territoriale più adatte a sostenere un immagine attraente, per attrarre flussi di visitatori a livello nazionale e internazionale.

3) la strategia è riassumere un concetto di area che riassume, senza fonderle o appiattirle diverse realtà esistenti.

Si propone di lavorare sul concetto di “turismo del buon vivere” con riscoperta della qualità della vita, nel quale si ritrovino i valori della genuinità dei prodotti tipici locali, della enogastronomia del mare, come l’utilizzo del pesce azzurro, della tutela dell’ambiente marino e del paesaggio, della promozione dei beni storico culturali e della ospitalità.

Il buon vivere è un concetto che può essere delineato:

  1. Qualità dell’ambiente e paesaggio

  2. Enogastronomia

  3. Cultura

  4. Mare pulito, fondali dello Stretto unici

  5. Ospitalità diffusa

  6. Turismo nautico con imbarcazione al seguito

  7. Scuola Vela – Scuola Sub – Scuola Kite

  8. Sviluppo di relazioni con operatori turistici

  9. Piano Marketing duraturo e virtuoso, sostenibile nel tempo

DETTAGLIO DELLE ATTIVITA’

  1. Individuazione degli interlocutori privati, istituzionali e commerciali.

  2. Per ciascun evento si provvederà a realizzare un invito in formato digitale che verrà inviato tramite e-mailing.

  3. Ottimizzare e migliorare il sito internet.

  4. Conferenze stampa in co-marketing.

  5. Pianificazione e procedure per l’acquisto dei servizi

IL Circolo Velico Reggio da subito lancia la proposta coinvolgendo tutti gli attori che hanno già progetti e che intersecano con quello proposto diffusamente dal CVR.

E’ appena il caso di ribadire che il 2019, oltre alle regate previste in calendario come la 35° edizione della Mediterranean Cup Reggio Calabria è interessata ad un evento epocale come il Campionato Italiano delle classi singole con oltre un migliaio di derive e ben cinque campi di regata.

Per mettersi in contatto con il comitato direttivo dell’iniziativa gli interessati possono inviare la proposta interlocutrice all’indirizzo email del Circolo: info@circolovelicoreggio.it

Recommended For You

About the Author: PrM 1