Per la Reggina il sogno della B continua. Con il Monopoli finisce 1-1 e ora si va a Catania

Finisce in festa al Granillo, con gli amaranto che approdano al secondo turno (giocheranno già mercoledì prossimo in casa del Catania) in virtù di un travagliatissimo pareggio che lascia l’amaro in bocca a un Monopoli che fino a un quarto d’ora dal termine era in vantaggio, pregustando un clamoroso exploit. Pugliesi che erano andati meritatamente in rete nel primo tempo con il loro capitano, Scoppa, che gelava i tifosi amaranto al 36’ con un calcio di punizione tutt’altro che irresistibile, ma comunque letale per Conflenti. Tifosi gelati e nell’intervallo lo scoramento è palpabile sugli spalti, anche perché la squadra amaranto era risultata assolutamente inconsistente, sino a quel punto. Nella ripresa, le cose cambiavano ben poco, almeno in avvio. Reggina ancora imballata e  pericolosa in ben poche occasioni, poi il sinistro dalla distanza di Ungaro, quasi in zona Cesarini, cambia il destino di questo primo atto dei play off. Reggina di nuovo clamorosamente in corsa, Monopoli a casa fra gli applausi sinceri del Granillo. A proposito di pubblico: 13.959 paganti per 188.000 euro di incasso. Le buone notizie continuano qui, così come la stagione della Reggina, il cui vero traguardo, però, è stato colto fuori dal campo fra la fine del vecchio e l’inizio dell’anno nuovo, con l’arrivo di Luca Gallo. Quello che verrà, da mercoledì in poi, sarà tutto di guadagnato.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano