Armi. Tribunale Londra contro trasferimenti ad Arabia Saudita

Amnesty: Governo britannico sospenda subito i trasferimenti

(DIRE) Roma, 20 Giu. – Una corte d’Appello britannica ha giudicato illegali le continue autorizzazioni del governo britannico all’esportazione di armi all’Arabia Saudita. “Questa sentenza e’ una rara buona notizia per la popolazione dello Yemen- commenta in una nota Lucy Claridge, direttrice del programma Contenziosi strategici di Amnesty International- In quattro anni di guerra devastante, gli indiscriminati attacchi aerei della coalizione militare guidata dall’Arabia Saudita hanno ucciso migliaia di civili e abbattuto case, scuole e ospedali”. “Per la prima volta un organo di giustizia del Regno Unito ha riconosciuto che proseguire i trasferimenti di forniture militari all’Arabia Saudita e’ un rischio per lo Yemen – ha aggiunto Claridge- Apprezziamo questa sentenza, un passo avanti importante per impedire ulteriori bagni di sangue”. “La corte d’appello- fanno sapere ancora dall’ong- ha enfatizzato l’importanza delle ricerche svolte da Amnesty International, da altre ong e dalle Nazioni Unite, giudicate prove autorevoli del rischio di continuare ad autorizzare esportazioni di armi all’Arabia Saudita”. “A seguito di questa sentenza- proseguono da Amnesty – la decisione del segretario di Stato di non sospendere le attuali autorizzazioni all’esportazione di armi e continuare a garantirne in futuro sara’ annullata, a meno che egli chieda e ottenga un rinvio dell’applicazione della sentenza”. “Auspichiamo che la sentenza segni la fine di un capitolo di vergognosa impunita’ e favorisca maggiori controlli su altri grandi fornitori di armi alle forze armate saudite, come la Francia e gli Usa”, concludono dall’organizzazione. Nell’ultimo anno, in ottemperanza a quanto chiesto dal Parlamento europeo, Olanda, Belgio e Grecia hanno in tutto o in parte sospeso i trasferimenti di armi alle forze armate saudite e a quelle degli Emirati Arabi Uniti, il secondo partner della coalizione. Austria, Irlanda, Svezia e Finlandia hanno adottato limitazioni all’esportazione di armi verso l’Arabia Saudita. Altri stati europei, tra cui Germania, Norvegia, Finlandia e Danimarca, hanno annunciato provvedimenti analoghi all’indomani dell’uccisione del giornalista saudita Jamal Khashoggi. (Com/Gif/Dire) 18:23 20-06-19

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano