Africa. L’Onu lancia l’allarme tramadolo: “arriva dall’Asia”

Rapporto documenta impennata consumi oppiodi non per usi medici

(DIRE) 26 Giu. – Impennata nei consumi africani di tramadolo, l’oppiode sintetico con effettivi antidolorifici: a lanciare l’allarme per il suo utilizzo, non a fini medici, e’ stata questa settimana l’agenzia delle Nazioni Unite specializzata nel contrasto al crimine e al traffico di droga.
Secondo lo studio, il numero dei decessi dovuti a overdose rivela “una crisi” in diverse regioni del mondo, con picchi negli Stati Uniti ma anche in aree dell’Africa.
“La crisi degli oppiodi ha ottenuto meno titoli di giornale di quanto avrebbe dovuto” si legge nel rapporto. “L’utilizzo dell’antidolorifico tramadolo per finalita’ non mediche, in particolare in Africa, richiede un’attenzione internazionale urgente”.
Secondo gli esperti dell’agenzia, l’Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine (Unodc), la maggior parte delle forniture sono prodotte in Asia meridionale e poi contrabbandate in Africa e “in parti del Medio Oriente”.
Nel rapporto si stima che nel mondo il numero delle persone che fanno uso di oppiodi, dal tramadolo al fentanyl all’eroina, e’ aumentato nel 2017 di oltre il 56 per cento rispetto al 2016.
(Vig/Dire) 18:46 26-06-19

Recommended For You

About the Author: PrM 1