Camera di commercio di Reggio Calabria: il rapporto 2019 fotografa segnali di ripresa dell’economia della citta’

Presentati stamattina dal Presidente della Camera di commercio di Reggio Calabria Antonino Tramontana i dati economici che fotografano lo stato dell’economia nella Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Il Rapporto economico 2019 , che raccoglie e sintetizza le informazioni statistiche relative al 2018 (anticipando alcuni indicatori di proiezione al 2019), tratta i principali temi dell’economia territoriale: dalla produzione di ricchezza alle evoluzioni del tessuto imprenditoriale; dal credito all’incontro tra domanda e offerta di lavoro; dalle relazioni commerciali all’andamento dei flussi turistici, fino ad arrivare ai dati sulle filiere di interesse del sistema camerale, relative alla cultura e alla green economy.

Nella sua dettagliata relazione, il Presidente Tramontana ha evidenziato come, in un contesto comunitario poco favorevole e in un quadro nazionale complicato, rispetto ad un valore della ricchezza prodotta dalla Calabria che resta al di sotto della media nazionale, la Città metropolitana di Reggio Calabria mostra una variazione pari al +1,8%, più alta di quella registrata dalle altre provincie calabresi e superiore di un decimo di punto a quella media nazionale. Un risultato che infonde un cauto ottimismo ma che deve essere analizzato anche alla luce del posizionamento del nostro territorio in termini assoluti. Quella reggina, infatti, appare un’economia ancora incapace di produrre un livello sufficiente di ricchezza, stante un valore aggiunto pro capite pari ad appena 16mila e seicento euro annui, quasi 10mila euro in meno della media nazionale e comunque al di sotto del dato medio del Mezzogiorno.

La crescita del 2018 è in gran parte attribuibile alla vitalità del sistema imprenditoriale reggino. Durante i dodici mesi dell’anno, le imprese locali registrate sono cresciute dell’1,06%. Un risultato superiore a quello già soddisfacente registrato nel 2017 (+0,89%), meglio di quanto osservato mediamente in Calabria (+0,75%) e oltre il doppio della variazione media nazionale (+0,52%). Le 554 imprese in più hanno permesso al sistema produttivo reggino di sfiorare quota 53mila. Una dinamica che sembra proseguire anche per i primi mesi del 2019, pur in un contesto leggermente rallentato. A maggio 2019, il numero di imprese registrate appare in crescita del +0,42% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, in controtendenza con il -0,02% nazionale e ben oltre la media calabrese (+0,23%).

Recommended For You

About the Author: PrM 1