Vai a…

Direttore Responsabile - Fabrizio Pace



Banner 468x60

Ilmetropolitano.itsu Google+Ilmetropolitano.it on YouTubeRSS Feed

L’Avvocato Risponde

Reato di “Stalking” per il marito troppo invadente che entra in mail privata e profilo Facebook dell’ex

Pesa il disturbo post-traumatico da stress diagnosticato dallo psicologo. Le intrusioni nella vita privata per controllare cosa fa dell’ex generano nella vittima uno stato di perdurante ansia tale da indurla a cambiare casa e utenze Scatta il reato di stalking nei confronti della moglie, per l’ex marito separato che incombe con troppa insistenza sulla donna

Responsabilità medica. Se l’intervento è perfetto ma inutile, l’ospedale deve risarcire il danno non patrimoniale al paziente

Si tratta comunque di «inesatto adempimento» foriero di danni alla sfera psicofisica del paziente in mancanza delle condizioni di preparazione necessarie per il successo dell’intervento e di quelle successive della riabilitazione Quanti interventi o trattamenti si fanno nelle nostre strutture sanitarie che non portano i risultati promessi con conseguente mantenimento della situazione precedente o addirittura

Sinistro stradale a causa del cinghiale? Spetta alla Regione risarcire i danni perché non ha fatto nulla per evitarlo

E’ l’ente che deve vigilare sulla fauna selvatica: sulla strada statale non vi è prova della segnaletica di pericolo attraversamento né catarifrangenti Sta diventando una vera e propria piaga quella dei cinghiali che a causa della loro incontrollata proliferazione, in branchi sempre più numerosi, stanno invadendo le campagne periferiche e si spingono sempre più all’interno

Furto dell’auto nel garage a pagamento? Il cliente dev’essere risarcito anche se vi era adeguata vigilanza

Ristoro escluso solo per causa non imputabile al titolare dell’autorimessa Quanti furti di auto anche nei parcheggi a pagamento custoditi e quante volte si è letto le solite frasi del tipo: “il garage non risponde del furto…”? Ebbene, sono tutte fandonie, per quanto sostenuto dalla giurisprudenza anche recentissima come la sentenza n. 11221 del 9

Risponde penalmente il titolare del locale degli schiamazzi e delle sgommate di auto e moto dei clienti

I rumori davanti al discobar vanno oltre le normali modalità di esercizio dell’attività già rumorosa per natura: il gestore deve indurre gli utenti a servirsi del parcheggio, lo stridio degli pneumatici disturba la quiete dei vicini Tempi duri per i gestori dei locali con musica. Per la Cassazione è direttamente responsabile, anche in sede penale,

Strada senza barriere o con protezioni insufficienti. Risponde sempre l’ente proprietario che deve risarcire i danni

Non è però obbligatoria l’adozione di misure di sicurezza: il “custode” della via deve sempre verificare se il tratto presenta rischi per la sicurezza stradale L’ente proprietario della strada deve risarcire i danni conseguenti al sinistro stradale se non ha protetto a sufficienza la strada con adeguate barriere o protezioni. Nè il “custode” della via

Diete in palestra da chi non è abilitato. Si rischia il reato di “Esercizio abusivo della professione”

La Cassazione conferma la condanna di due titolari di palestre del brindisino che avevano predisposto schede alimentari ai propri utenti Un fenomeno diffusissimo negli ambienti delle palestre e comunque in ambito sportivo quello di fornire il servizio di redazione di diete personalizzate da parte di soggetti sprovvisti di titoli abilitanti, come quello di dietista o

Fotocopia permesso invalidi esposta su parabrezza auto noleggiata. Titolare non risponde di falso se originale è custodito in casa

Per la Cassazione il fatto non sussiste se l’originale è custodito per evitare che si perda se si cambia frequentemente auto per ragioni di lavoro Negli ultimi anni si è assistito a frequenti blitz delle forze di polizia locale contro un fenomeno vergognoso come quello della duplicazione abusiva e la contraffazione di permessi sosta per

Annegamento e responsabilità del Comune

06\07\2014 – Numerosi, purtroppo, sono gli episodi di annegamento che accadono ai bagnanti soprattutto durante la stagione estiva: recentissima è la Sentenza n. 11532/14 della Cassazione, con la quale la Suprema Corte si è pronunciata circa la possibilità di imputare la responsabilità del mortale accadimento ai danni di un bagnante, all’Ente comunale ove insisteva l’area

Segnaletica stradale: limite velocità

20\06\2014 – Ai sensi dell’art. 104, comma II°, Regolamento Codice della Strada, “Lungo il tratto stradale interessato da una prescrizione i segnali di divieto e di obbligo, nonchè quelli di diritto di precedenza, devono essere ripetuti dopo ogni intersezione. Tale obbligo non sussiste per i segnali a validità zonale”. Sulla scorta di tale disposizione normativa, la

Violazione di domicilio da parte dell’ex-moglie

19\04\2014 – Una donna, accusata di “Violazione di domicilio” per essersi introdotta, dopo aver forzato la serratura d’ingresso, nell’abitazione familiare assegnata all’ex-marito, è stata condannata ai sensi e per gli effetti dell’art. 614 del Codice Penale, secondo il quale autore di tale reato è chiunque s’introduca nell’abitazione altrui, o in un altro luogo di privata

Acquistare un prodotto falso non è reato

29\03\2014 – Con la Sentenza n. 22225/12 la Corte di Cassazione, si è pronunciata sull’acquisto online, effettuato da un cittadino italiano, di un orologio “Rolex” falso proveniente dalla Cina, e, intercettato, bloccato, successivamente, alla dogana: gli Ermellini hanno rilevato che tale condotta, sebbene ritenuta illecito di tipo “penale” dalla Direttiva Europea n. 2004/48/CE, direttiva che

IL cd. “riciclo” dei dati personali dei consumatori

15\03\2014 – Una recente Sentenza della Corte di Cassazione ha avuto ad oggetto le offerte commerciali proposte telefonicamente: accade assai di frequente, infatti, che si venga contattati per l’acquisto di beni e servizi, da parte di aziende, alle quali non sono stati forniti i propri dati personali e, conseguentemente, non è stato prestato il consenso

Sottopagare i propri dipendenti integra il reato di estorsione

08\’3\2014 – Il reato di estorsione si configura allorchè si costringa taluno, mediante violenza o minacce, a “fare” o ad “omettere” qualcosa, al solo ed unico fine di ottenere, per sè o per altri, un ingiusto profitto, dunque, un guadagno non dovuto, con conseguente danno per la vittima soggiogata da tale “pressione”; vittima che, venendosi

Post più vecchi››