Vai a…

Direttore Responsabile - Fabrizio Pace



Banner 468x60

Ilmetropolitano.itsu Google+Ilmetropolitano.it on YouTubeRSS Feed

Crisi

Università della Calabria tra i primi 180 atenei europei

Secondo un recente ranking Times Higher Education, l’Università della Calabria conquista un posto nella classifica dei campus internazionali. L’ateneo di Arcavacata di Rende, Cosenza, si è collocato alla posizione numero 12 tra quelli italiani, mentre a livello europeo tra la 171 e la 180. Un piccolo grande traguardo anche nel panorama mondiale, dove l’Unical permane

Draghi: l’Europa si lascia alle spalle la crisi

Bruxelles 08:35 – “La crisi è ora alle nostre spalle”. Questa la dichiarazione rilasciata in serata da Mario Draghi presidente della Bce Mario Draghi a Tel Aviv e riportate da Ansa.it. “la ripresa dell’Eurozona è solida e sempre più ampia fra i Paesi e settori” economici. “Ora la maggioranza silenziosa ha ritrovato la sua voce, il suo orgoglio

Sciopero Alitalia a terra il 60% dei voli

Roma 10:20 – Giornata d’inferno per chi aveva deciso di viaggiare in aereo usando il vettore di bandiera italiana, Alitalia. Infatti il famigerato sciopero più volte paventato è entrato in vigore e per le prossime 24 ore l’azienda rimarrà con la flotta ferma. Lo sciopero è dovuto alle agitazioni legate alla lunga crisi della società e

Italiani all’estero: sono 4.975.299. Più 164mila in un solo anno per effetto della crisi

Sono ormai anni che lo “Sportello dei Diritti” dimostra, cifre alla mano anche attraverso indagini demoscopiche spesso non pubblicate sui più importanti network, le conseguenze di una crisi economica che attanaglia il Paese e che troppo spesso si cerca di nascondere. Questa volta, a Giovanni D’Agata, presidente dell’associazione, pare opportuno segnalare un recente sondaggio condotto

Crisi sociale del Sud

Nel Sud Italia, tra il 2005 e il 2011, nel gruppo di età 25-39 anni residenti al Sud è aumentata del 3,6% la quota di persone che hanno conseguito un diploma e del 3,5% la quota di laureati. Nonostante questo, il 39,2% della popolazione meridionale ha al massimo la licenza media.  Gli indicatori della crisi. Le

Barbalace sulle “Aree di crisi non complessa”: interessati tutti i 123 Comuni con aree industriali

10 gennaio 2017 – L’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Carmen Barbalace, a proposito del rilancio economico e imprenditoriale della Calabria contenuto nel provvedimento relativo alla candidature delle  “aree di crisi non complessa”, adottato dalla Giunta regionale e riconosciuto con decreto direttoriale del Ministero, ha dichiarato che “la scelta di dare priorità ai comuni nei quali

A proposito di mensa scolastica. Quando la crisi genera la relazione e il cambiamento

Reggio Calabria, 24 novembre 2016 – Si sono tenute, nelle scorse settimane e fino a ieri, a Palazzo San Giorgio e al Cedir, numerose riunioni convocate dall’Assessore Patrizia Nardi tra i settori Pubblica Istruzione e Lavori Pubblici e le parti che rappresentano, direttamente o indirettamente, il sistema scuola sul territorio. Oggetto degli incontri, ai quali

Effetti della crisi. Un italiano su 5 vuole scappare all’estero

  Sono ormai anni che lo “Sportello dei Diritti” dimostra, cifre alla mano anche attraverso indagini demoscopiche spesso non pubblicate sui più importanti network, le conseguenze di una crisi economica che attanaglia il Paese e che troppo spesso si cerca di nascondere. Questa volta, a Giovanni D’Agata, presidente dell’associazione, pare opportuno segnalare un recente sondaggio

Ripresa, Visco: “Controllo conti pubblici e privatizzazioni”

Sul fronte della ripresa il futuro non lascia presagire nulla di realmente positivo e, se il Governo non perde occasione per sbandierare dati (mai definitivi) e previsioni (puntualmente disattese), il Governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, non più tardi della giornata di ieri ha parlato di ripresa ancora da consolidare e valutazioni deludenti sul potenziale

Crescita: difficoltà in Paesi emergenti rischio per l’economia

Fino a qualche anno fa gli esperti guardavano con grande interesse e ottimismo alle economie dei Paesi emergenti, in particolar modo quelli facenti parte della cosiddetta “Area Brics” e dell’America latina, come via potenziale per porre un freno alla crisi iniziata nell’ormai lontano biennio 2007-2008 e costruire le basi della stabilità economica dei decenni successivi.

Incremento della spesa familiare

Istat, “La spesa delle famiglie per consumi finale sale ancora, registrando un aumento dell’1,0% nel 2015 (era +0,8% nel 2014)”. Questo l’ultimo dato, di rilevante importanza, rilasciato dall’istituto nazionale di statistica, cioè l’ente che osserva, calcola e certifica, quasi tutte le percentuali con un valore istituzionale. L’Istituto pone l’accento su come nell’ultimo trimestre dell’anno il rialzo

Vendite dettaglio, 2015 non chiude bene: “Prospettive ripresa fragili”

Mentre l’esecutivo è impegnato a concentrare l’attenzione degli italiani sulle unioni civili, la Confcommercio ha rilevato come il 2015 si sia chiuso con una imbarazzante frenata sul fronte delle vendite al dettaglio, nonostante il resto dell’anno sia stato caratterizzato da un miglioramento rispetto all’anno precedente. Cosi, se rispetto al 2014 l’Istituto Nazionale di Statistica ha

Ue-Italia: crescita più lenta nel biennio 2016-2017

Secondo le stime dell’Unione europea, in Italia la disoccupazione dovrebbe scendere ulteriormente nel biennio 2016-2017. Cosi, se nel 2015 si è attestata all’11,9%, nei prossimi due anni dovrebbe calare, rispettivamente, all’11,4% e all’11,3. A frenare gli entusiasmi rimane, tuttavia, il dubbio sulle tipologie contrattuali più volte avanzato dai sindacati. Sempre nel suddetto biennio, inoltre, con il

Workshop, programmate due giornate formative gratuite dedicate alle imprese reggine

Workshop, La situazione economica e finanziaria di una PMI in periodo di crisi: come misurare e monitorare i risultati dell’impresa 25 – 26 Gennaio 2016 L’andamento sempre mutevole del quadro dell’economia nazionale e internazionale, in particolare in questo delicato periodo, conferisce alle variabili economico-finanziarie della gestione un ruolo-chiave rispetto agli equilibri aziendali e alle prospettive

Istat: Confesercenti, bene potere d’acquisto, cresce anche grazie a bassa inflazione. Calabria in ritardo

Il dato diffuso dall’Istituto di statistica, in questi giorni infatti, segnala un consolidamento della risalita del potere d’acquisto, che è cresciuto più del reddito disponibile espresso a prezzi correnti, a causa, appunto, di un’inflazione negativa.  A ripartire è soprattutto il risparmio, ma non in tutte le regioni. Il potere d’acquisto degli italiani aumenta, anche grazie ai bassi

Post più vecchi››