Vai a…

Direttore Responsabile - Fabrizio Pace



Banner 468x60

Ilmetropolitano.itsu Google+Ilmetropolitano.it on YouTubeRSS Feed

‘Ndrangheta

Mafie: la ‘Ndrangheta attualmente è la più pericolosa

Qual è la condizione delle mafie, oggi, in Italia? Davanti alla Commissione il ministro ha fatto il punto della situazione dedicando un «ingrandimento» alle ognuna delle associazioni criminali. Cosa nostra Storicamente a struttura piramidale, oggi vive una fase di «inabissamento» dovuta sia a scelte strategiche che alla forte risposta dello Stato, e si caratterizza oggi

Roma, sgominata associazione a delinquere dedita all’usura, estorsione e riciclaggio

Operazione Luna Nera:  un vero e proprio sodalizio criminale contiguo con ambienti malavitosi di stampo camorristico e ‘ndraghetista Dalle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale di Roma stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale capitolino su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di 17 soggetti, per i

‘Ndrangheta, Bianchi: insulti omofobi a Klaus Davi non rappresentano spirito accoglienza calabresi

Roma, 16 giugno 2017. “Gli insulti omofobi e le aggressioni da parte di esponenti delle famiglie di ‘Ndrangheta nei riguardi di Klaus Davi non rappresentano affatto lo spirito e la cultura dell’accoglienza intrinseci nel DNA del popolo calabrese”. A dirlo è Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo e deputato di Alternativa Popolare, in merito alla notizia

Reggio Calabria, “Focus ‘Ndrangheta: Piano nazionale e transnazionale”. Risultati operativi mese di aprile 2017

Proseguono a pieno regime le attività di vigilanza e prevenzione generale previste nell’ambito di “Focus ‘ndrangheta”, il Piano d’azione nazionale e transnazionale, voluto dal Ministro dell’Interno per “promuovere un’azione di contrasto, a tutto campo, corale e organica” nei confronti delle organizzazioni della ‘ndrangheta. Nel mese di aprile particolare attenzione è stata riservata alla vigilanza ed al

Platì (RC). Carabinieri eseguono Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere per 7 persone indagate di omicidio

REGGIO CALABRIA. I Carabinieri del R.O.S. hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Reggio Calabria, su richiesta della Procura Distrettuale di Reggio Calabria, nei confronti di BARBARO Rosario1, TRIMBOLI Saverio2, TRIMBOLI Domenico3, POLITO Bruno4, TRIMBOLI Rocco5, SPAGNOLO Antonio6 e TRIMBOLI Natale7, ritenuti a vario titolo responsabili di

Sequestrai beni per 1.500.000,00 euro ai Piromalli

La Polizia di Stato, ad esito di una articolata attività investigativa di natura patrimoniale svolta dal personale della Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Reggio Calabria e coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia -Sezione Misure di Prevenzione di Reggio Calabria, ha messo a segno l’ennesimo attacco agli interessi criminali della ‘ndrangheta, dando esecuzione ad un ulteriore

Arrestato in Brasile l’esponente della ‘Ndrangheta Vincenzo Macrì, figlio del boss “dei due mondi” Antonio Macrì

Ieri, a San Paolo del Brasile, al termine di articolate indagini coordinate dalla Procura Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria e condotte dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria con la proficua attività di raccordo svolta del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia e dalla rete dell’INTERPOL,

Focus ‘ndrangheta: numerosi posti di controllo, perquisizioni domiciliari e controlli amministrativi a Siderno, Monasterace e Caulonia Marina

Reggio Calabria, 7 giugno 2017 – Il dispositivo di controllo straordinario del territorio, previsto dal piano di azione nazionale e transnazionale Focus ‘ndrangheta, stabilito in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, prosegue anche in provincia. Gli Agenti del Commissariato di P.S. di Siderno, nei giorni scorsi, hanno effettuato numerosi posti di controllo,

Caulonia, una persona denunciata per detenzione abusiva di materiale esplodente e diverse armi rinvenute

I Carabinieri della Stazione di Caulonia Marina, unitamente a personale dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, hanno denunciato un 20enne del posto per detenzione abusiva di materiale esplodente. Nel corso di una perquisizione domiciliare presso la sua abitazione, i militari dell’Arma hanno rinvenuto oltre 700 grammi di polvere da sparo illegalmente detenuta, trovata all’interno di un

Gratteri su vicenda Riina: “presenza fisica in un determinato posto è già esternazione del potere”

Il procuratore antimafia di Catanzaro, Nicola Gratteri, ha commentato così l’apertura da parte della Cassazione, ad un’eventuale scarcerazione di Totò Riina dovuto a motivi di salute durante un intervento all’Università della Calabria : “Un capo mafia comanda con gli occhi, anzi non deve nemmeno muoverli, la sua presenza fisica in un determinato posto è già esternazione del

Di Bari, baciamano a Giorgi è: “Gesto servile ed abbietto”

L’arresto del latitante Giuseppe Giorgi ha provocato unanime, diffuso e corale apprezzamento per l’intelligente e professionale lavoro che la Procura di Reggio calabri e l’Arma dei Carabinieri hanno svolto attraverso mirate attività d’indagine. Al culmine di una serrata ricerca, non priva di difficoltà, che si è protratta per l’intera notte nell’abitazione dello stesso a San Luca,

‘Ndrangheta: era latitante dal 1994, arrestato Giorgi in un bunker dentro la cucina di casa a San Luca (RC)

I Carabinieri del Reparto operativo del Comando Provinciale di Reggio Calabria, unitamente al Gruppo di Loci Cacciatori di Calabria, hanno tratto in arresto a San Luca, il 56enne Giorgi Giuseppe detto ” u capra”. L’uomo era ricercato per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti. Era ricercato dall’agosto del 1994 quando si sottraeva all’operazione

‘Ndrangheta: sequestrati beni ai “Crea” per 200 mila € e confiscati beni ai “Bellocco” per 1.500.000 €

Nella mattinata del 29.05. u.s., la Polizia di Stato ha messo a segno un ulteriore attacco agli interessi criminali della cosca di ‘ndrangheta dei CREA, operante nella Piana di Gioia Tauro, attraverso l’aggressione ai patrimoni illeciti nella disponibilità dei suoi principali esponenti. Stamane, ad esito di una complessa attività investigativa diretta dalla Procura della Repubblica –

‘Ndrangheta, sequestro di 13 appartamenti e conti correnti bancari a imprenditore calabrese in provincia di Milano

La Dia (Direzione investigativa antimafia) ha sequestrato: 13 appartamenti nel milanese e vari conti correnti in cui ci sono ingenti somme di denaro ad un imprenditore calabrese residente in provincia di Milano. L’uomo sarebbe legato ad una famiglia di ‘Ndrangheta ed ha trascorsi per estorsione, favoreggiamento personale e lesioni. Le indigini sul patrimonio dell’imprenditore e della sua famiglia hanno  evidenziato

Reggio Calabria, ‘Ndrangheta: sequestro beni per 582 mila € ad appartenenti famiglia “Serraino”

In data 25 maggio u.s., in Reggio Calabria, i Carabinieri del Comando Provinciale Reparto Operativo – Nucleo Investigativo, hanno eseguito un provvedimento, emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria, con cui è stato disposto il sequestro finalizzato alla confisca – ex d.lgs. n.159/2011 – di beni nei confronti di: S.F., classe

Locri: risultati del Focus ‘Ndrangheta nella locride: 14 persone denunciate

Nel corso dell’ultima settimana sono state incrementate le attività di controllo del territorio svolte dai Carabinieri del Gruppo di Locri, attraverso le Compagnie di Bianco, Locri e Roccella Jonica, come stabilito in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e previsto dall’ormai già collaudato piano nazionale e transnazionale di contrasto alla criminalità

Post più vecchi››