Nuoto: l'Italia si scopre potenza mondiale - Ilmetropolitano.it

Nuoto: l’Italia si scopre potenza mondiale

L’Italia si scopre potenza del Nuoto Mondiale. Le ultime grandi manifestazioni hanno detto questo: la selezione azzurra ha fatto incetta di medaglia ed ha confermato la crescita di un movimento che può contare su alcuni grandi fuoriclasse e su dei giovani che possono dominare la scena nel prossimo decennio. E’ banale affermare che la punta di diamante è Federica Pellegrini; la nuotatrice azzurra è ormai un’icona ed è diventata un traino fenomenale per tutta la disciplina che sfrutta il suo effetto mediatico. Ma Fede non è solo un personaggio ma un atleta che,, in vasca, è capace di tutto e di conquistare piazzamenti in condizioni assurde. Adesso punta a vincere anche un gara sugli 800 metri , distanza tabù fino a qualche anno fa ma il terzo posto ai recenti europei fa capire le bellicose intenzione della splendida Pellegrini. Tanti alfieri pronti a confermare i grandi risultati ottenuti in questi anni. Oltre ai cavalieri della vasca, ci sono stati i grandi successi ottenuti dai nuotatori di fondo che hanno sfiorato il bottino pieno in più di un’occasione. L’Italia del fondo ha dominato nelle acque libere internazionali grazie ai sacrifici dei propri rappresentanti che crescono stagione dopo stagione. C’è un gran fermento nel Nuoto italiano anche in contesti minori. Ogni estate i mari della nostra penisola danno vita a prestigiose manifestazioni ed a traversate dal grande fascino come quella dello stretto di Messina che richiama atleti da tutta Italia. L’Italia è un paese che è baciato dal mare e dalle acque, quindi le vittorie attenute dagli azzurri sono frutto di un’indole predisposta per questo tipo di competizioni. Adesso la stagione agonistica è in semipausa. L’anno prossimo ci saranno i mondiali in cui l’Italia cercherà i bissare i successi di due anni fa. Le premesse per riuscirci ci sono tutte anche perché i migliori esponenti sono tutti nel pieno della forma ed in rampa di lancio.

Giuseppe Dattola

Recommended For You

About the Author: Giuseppe Dattola