Vigili del Fuoco, corpo d’elite italiano - Ilmetropolitano.it

Vigili del Fuoco, corpo d’elite italiano

Il corpo dei Vigili del Fuoco nasce nel 1941. Dapprima i vari operatori erano suddivisi nei comuni d’appartenenza in cui operavano. Da quella data i compiti affidati agli agenti sono stati sempre più molteplici e complessi. I Vigili del Fuoco sono chiamati a intervenire per soccorrere persone, per salvaguardare beni, per tutelare l’ambiente. Attualmente l’organizzazione del Corpo nazionale si suddivide nelle seguenti modalità: 16 Ispettorati Interregionali o Regionali, 100 più 3 Comandi Provinciali, oltre 300 distaccamenti di città o di provincia, 55 distaccamenti aeroportuali e portuali, 44 tra nuclei di sommozzatori e di elicotteristi e circa 200 distaccamenti formati da personale volontario. In queste sedi operano 600 ingegneri, oltre 500 tra geometri e periti, circa 26.000 tra capi reparto, capi squadra e vigili e più di 2.500 dipendenti di supporto tecnico amministrativo – contabile, ai quali vanno aggiunti quasi 5000 vigili volontari a servizio discontinuo e circa 3600 vigili ausiliari che prestano il servizio militare di leva nel Corpo. In totale ogni anno gli interventi effettuati sul territorio nazionale sono di circa 650000. Gli interventi sono suddivisi secondo i seguenti schemi :    

* fonte www.vigilidelfuoco.it

Salvatore Borruto

Recommended For You

About the Author: Salvatore Borruto