Alessio Campagnacci

Torna al “consueto” martedì la nostra rubrica “conosciamoli meglio”. Dopo il nostro portierone Christian Puggioni, oggi, torniamo in attacco e diamo spazio ad Alessio Campagnacci.

Alessio nasce a Foligno l’11 settembre 1987. Cresciuto calcisticamente nel Perugia, fa il suo esordio tra i Pro, nella stagione 2005/2006 proprio con la maglia bianco rossa dei grifoni con i quali, colleziona in quella stagione 10 presenza senza però andare in gol. Nella stagione 2006/2007, Alessio ancora in forza al Perugia in C1, non riesce a trovare spazio e chiuderà l’annata con zero presenze all’attivo. L’anno successivo, stagione 2007/2008, Alessio “scende” di categoria e va a vestire in C2, la maglia del Giulianova squadra che finalmente lancia il talento di Foligno. Con la maglia giallo rossa degli abruzzesi, colleziona 5 reti in 13 gare, un bottino tutto sommato buono per una seconda punta. L’anno successivo Alessio, sicuramente cresciuto, ritenta un’altra volta in quel di Perugia ma, anche in questa stagione non troverà spazio e chiuderà l’annata con una sola presenza. Nella stagione 2008/2009 milita ancora nel Perugia in prima divisione dove riesce finalmente a mettere a segno una rete sulle nove gare disputate. L’anno successivo decide di cimentarsi nuovamente in un campionato di seconda divisione e vestirà la maglia della Sangiovannese con la quale, otterrà 13 presenze e 3 reti. Alessio CampagnacciLa stagione 2009/2010 è quella della consacrazione per il ragazzo di Foligno. Dopo la parentesi del 2007, Alessio decide di tornare a Giulianova, piazza che era riuscita a regalargli tante soddisfazioni, ma questa volta in prima divisione. A Giulianova diviene uno dei punti di riferimento dell’attacco collezionando 26 presenze e nove gol, play out compresi. La buona annata disputata a Giulianova, gli vale la chiamata della Reggina che, visti i progressi e le ottime qualità del ragazzo, decide di lanciarlo in serie B. Alla corte di mister Atzori, Campagnacci riesce a ritagliarsi un ruolo importante come spalla di Bonazzoli, collezionando 15 presenze su altrettante gare, ed una rete nella gara vinta in rimonta contro il Vicenza. Certamente il ragazzo ha le qualità per fare molto bene in riva allo stretto. Specie accanto ad un attaccante come Bonazzoli dal quale può trarre molti spunti per migliorare ulteriormente il suo gioco in zona realizzativa dove, al momento, Alessio latita un po’. Ma il campionato è lungo e siamo certi che il nostro “Rooney” (come alcuni in città lo hanno soprannominato) ci darà tante soddisfazioni.

Danilo Santoro

Recommended For You

About the Author: Danilo Santoro